Il figlio Alberto: "Buon viaggio papà". E' morto Piero Angela, un fuoriclasse

Da torinese amava la Juventus "per motivi sentimentali, ma se gioca male lo ammetto"
Il figlio Alberto: "Buon viaggio papà". E' morto Piero Angela, un fuoriclasse© ANSA

TORINO - Era nato a Torino il 22 dicembre 1928, se n’è andato a 93 anni. E’ morto Piero Angela: la notizia è stata data dal figlio Alberto. «Buon viaggio papà», ha scitto il giornalista che ne ha raccolto l'eredità.

FUORICLASSE Se ne va un volto storico della tv, un volto gentile, dai modi pacati e coinvolgenti. Ci ha fatto sognare, mister Quark. Ci ha fatto conoscere l’impossibile, sin da bambini. Unico.

BIANCONERO «Sono torinese e tifoso della Juventus, per ragioni sentimentali. Ma se gioca male lo ammetto», aveva detto in un’intervista il divulgatore scientifico più famoso d’Italia. Una leggenda al pari dei giocatori per cui ammetteva uno strappo alla regola, da Boniperti a Sivori, fino a Zidane e Platini. Angela, un fuoriclasse.

CHE VIAGGIO La grande popolarità di Piero Angela è legata ai suoi programmi di divulgazione scientifica, da Quark a Superquark per citare i più importanti, con i quali ha fondato per la televisione italiana una solida tradizione documentaristica. Piero Angela ha scritto anche diversi libri, sempre di carattere divulgativo: Nel cosmo alla ricerca della vita (1980); La macchina per pensare (1983); Oceani (1991); La sfida del secolo (2006); Perché dobbiamo fare più figli (con L. Pinna, 2008); A cosa serve la politica? (2011); Dietro le quinte della Storia. La vita quotidiana attraverso il tempo (con A. Barbero, 2012); Viaggio dentro la mente: conoscere il cervello per tenerlo in forma (2014); Tredici miliardi di anni. Il romanzo dell'universo (2015); Gli occhi della Gioconda (2016). Nel 2017 ha pubblicato il libro autobiografico Il mio lungo viaggio. Nel 2004 è stato insignito del titolo di Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana e nel 2021 del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

IL PRESIDENTE «Provo grande dolore per la morte di Piero Angela, intellettuale raffinato, giornalista e scrittore che ha segnato in misura indimenticabile la storia della televisione in Italia, avvicinando fasce sempre più ampie di pubblico al mondo della cultura e della scienza, promuovendone la diffusione in modo autorevole e coinvolgente». Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che nell'aprile del 2021 aveva nominato Angela Cavaliere della gran croce. «Esprimo le mie condoglianze più sentite e la mia vicinanza alla sua famiglia, sottolineando che scompare un grande italiano cui la Repubblica è riconoscente», ha aggiunto il capo dello Stato.

IL FUNERALE Sarà allestita il 16 agosto, dalle 11.30, in Campidoglio - a quanto si apprende - la camera ardente per Piero Angela, morto  a Roma all'età di 93 anni. A seguire è previsto il funerale laico per il grande giornalista e divulgatore.

Juve, i migliori video

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...