Bremer come Rocky: ha già la Juve in pugno

Manno racconta di quando lo allenava: “Abbiamo lavorato molto su riflessi e coordinazione. che determinazione!”
Bremer come Rocky: ha già la Juve in pugno

TORINO - Alla faccia dei dubbi di chi temeva che “a maggior ragione in un ruolo così delicato, un po’ di tempo per ambientarsi nella Juventus sarà fisiologico”. Tutt’altro. Gleison Bremer - col suo fisico bestiale e con la sua determinazione eccezionale - s’è già calato perfettamente nella nuova realtà bianconera. Ha dimostrato di avere i numeri per raccogliere quell’eredità pesantissima che gli ha lasciato, lì a sinistra, Giorgio Chiellini. Diamoli, questi numeri. Uno su tutti: 92. Novantadue come i palloni che ha toccato lunedì scorso durante la sfida di debutto juventino, contro il Sassuolo. Vale a dire: quasi il doppio rispetto a Leonardo Bonucci (50), cioè colui che per antonomasia (e per piedi buoni) è universalmente riconosciuto quale secondo regista della squadra di Massimiliano Allegri. E va bene che il capitano era più marcato, e va bene che non è ancora parso al top della forma. Resta il fatto, però, che Bremer non ha avuto la benché minima remora a prendersi l’incombenza e responsabilità del caso. Per inciso, il gran numero di tocchi dei difensori bianconeri rispetto al resto della squadra dimostra anche quanto effettivamente stia cambiando l’impostazione generale del gioco: si cerca di più di impostare l’azione da dietro.

Bremer alla Juve, non manca Koulibaly

Allegri soddisfatto

«Mi sono meravigliato dell’inserimento che ha avuto Bremer. E’ un giocatore straordinario: ha un buon piede, è tranquillo e contro il Sassuolo ha fatto un’ottima partita. L’ho richiamato solo una volta perché ha seguito Berardi fino a metà campo. Abbiamo in generale fatto una buona difesa», ha commentato Allegri dopo la prima di campionato. Allegri cui Bremer ha, da parte sua, dedicato parole a tasso altrettanto iper-glicemico: «Ha vinto molto e ha molto da insegnare. A livello mentale trasmette cose incredibili». E c’è da scommettere sul fatto che il centrale brasiliano abbia una grande predisposizione all’apprendimento, spinto com’è dalla voglia di migliorarsi sempre e sotto tutti i punti di vista.

Juve da sogno: il possibile undici bianconero con la squadra al completo
Guarda la gallery
Juve da sogno: il possibile undici bianconero con la squadra al completo

Pugni chiusi

Emblematica e indicativa è l’esperienza del brasiliano nel mondo della boxe. Aveva 22-23 anni quando dallo staff tecnico-atletico del Torino gli hanno consigliato di fare un po’ di pugilato per perfezionare alcuni movimenti. L’allora granata non ci ha pensato un attimo e ha iniziato a frequentare il Manno Boxing Club di corso Francia, a Torino. Benoit Manno (due volte campione italiano super piuma e una volta vice campione d’Europa leggeri) racconta: «Facevamo una lezione a settimana, da un’ora e mezza. Cercavo di aiutarlo soprattutto nella risposta agli stimoli, perché è quello che si fa con calciatori grossi come lui. Tanto lavoro sulla coordinazione e sui riflessi, sull’equilibrio. Inoltre viveva i nostri allenamenti anche come una sorta di antistress. Ovviamente, non abbiamo fatto sparring, combattimento. Ma per quel che riguarda i colpi abbiamo fatto tutto: diretto, gancio, montante. Mi aveva colpito molto la sua grande forza esplosiva nei diretti: dipende da muscolatura e tecnica, certo, ma la verità è che con il pugno pesante ci nasci, ce l’hai nel Dna. Lui ha un dritto quasi da ko». Altri aspetti che l’avevano colpita? «La sua maturità e la sua voglia di perfezionarsi e darci dentro pur sapendo che non sarebbe mai salito su un ring. Arrivava 10-15 minuti prima e si scaldava da solo. Poi, dopo l’ora e mezza con me, restava a fare tre round di ciò che in gergo chiamiamo “ombra”: boxi davanti allo specchio e ti auto correggi. Un paragone? Per ipertrofia, per muscolatura direi che Gleison potrebbe essere un Evander Holyfield, anche se un po’ più longilineo».

Juve, Bremer non si ferma mai
Guarda il video
Juve, Bremer non si ferma mai

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Juve, i migliori video

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...