Juve, ma quale sosta: Soulé vuole prendersi l'Allianz Stadium

L'argentino sarà di scena domenica a Torino con la Next Gen: contro il Mantova la squadra di Brambilla vuole continuare la serie positiva. Ancora out Iling
Juve, ma quale sosta: Soulé vuole prendersi l'Allianz Stadium© www.imagephotoagency.it

Un esordio tira l’altro, proprio come le ciliegie. Non è stagione per i frutti rossi, d’accordo, ma è tempo di maturazione per Matias Soulé. Il trequartista della Juventus ha vissuto meno di un mese fa l’emozione della prima volta da titolare, al Via del Mare di Lecce, gara in cui certo non ha sfigurato. E si appresta ora a viverne un’altra. Perché la giornata di domenica sarà indimenticabile per buona parte dei giovani che compongono l’organico della Juventus Next Gen, ma lo stesso varrà anche per l’argentino, che sta sfruttando la sosta della prima squadra per mettere preziosi minuti nelle gambe con il gruppo di Brambilla. Il 2003 di Mar del Plata, cresciuto nel Velez Sarsfield, non ha infatti ancora vissuto la gioia di una maglia dal 1’ nella suggestiva cornice dell’Allianz Stadium. Quanto capiterà, salvo sorprese, proprio questo fine settimana, quando la seconda squadra bianconera – in occasione della sfida di campionato al Mantova – scenderà in campo a Torino anziché ad Alessandria per la prima volta nella sua ancor albeggiante storia.

Qatar 2022, ai Mondiali va in campo la Juventus: date e orari dei bianconeri
Guarda la gallery
Qatar 2022, ai Mondiali va in campo la Juventus: date e orari dei bianconeri

L'ottimo momento della Juve Next Gen

La Next Gen, dopo un avvio di stagione all’insegna di alti e bassi, sta vivendo uno dei momenti più entusiasmanti dall’estate del 2018 a oggi. I bianconeri hanno appena inanellato la terza vittoria di fila in Serie C, come mai era capitato in precedenza, filotto che si allunga a cinque affermazioni consecutive se si allarga la sfera d’indagine alla Coppa Italia di categoria, dove il 7 dicembre sfideranno il Padova per un posto in semifinale. E anche il fantasista albiceleste, almeno negli ultimi giorni, ci ha messo lo zampino. Stabilmente agli ordini di Allegri fin dalla tournée estiva negli Stati Uniti, in seguito alla quale ha raccolto 8 presenze e 161’ complessivi in campo, Soulé con l’interruzione della Serie A è tornato a disposizione della seconda squadra, che nella passata annata aveva sfruttato come trampolino di lancio per mettersi in evidenza a dispetto della giovanissima età. Il numero 30 bianconero ha disputato 80’ contro il Sangiuliano City martedì e 66’ con la Pro Patria sabato. E, ora, si appresta a un’altra recita da protagonista nel tridente che dovrebbe disegnare domenica Brambilla, la cui creatura dista due punti soltanto dal secondo posto in classifica.

Continassa, dove la Juventus costruisce i successi
Guarda la gallery
Continassa, dove la Juventus costruisce i successi

Verso la sfida con il Mantova

Una piazza al sole cui dar la caccia proprio nel prestigioso teatro dello Stadium, colorato dalla presenza di tanti bambini delle Scuole Calcio del territorio, oltre che dai tifosi che potranno accedere gratuitamente agli spalti previa prenotazione sull’Official Ticket Shop del sito bianconero. «La testa è già a una partita che per noi sarà ancora più stimolante del solito – ha assicurato Brambilla a margine della vittoria di sabato a Busto Arsizio –. Giocheremo in un palcoscenico straordinario, che potrà soltanto darci motivazioni in più per fare bene». E rappresenterà un tassello in più nel puzzle che sta pazientemente disegnando lo stesso Soulé, che nel frattempo ha incassato la fiducia di tutto l’ambiente intorno a lui. Se Allegri gli ha concesso in diverse occasioni la ribalta, con tre spezzoni anche nell’amaro percorso stagionale in Champions League, la società gli ha rinnovato il contratto fino al 2024, con opzione al 2026. A riprova della considerazione di cui gode alla Continassa, anche in virtù del fatto che a gennaio – dopo tre anni esatti di militanza bianconera in età da settore giovanile – diventerà un cosiddetto Club Trained Player. Sarà lui l’uomo in più dello Stadium domenica pomeriggio, alle 14.30, anche perché mancherà ancora Iling-Junior. L’ala inglese, scoppiettante contro Benfica e Lecce, non ha ancora smaltito la contusione alla caviglia causata dallo sconsiderato intervento di Di Francesco al Via del Mare: l’ex Chelsea prosegue la riabilitazione, ma per lui non è ancora tempo di tornare in campo.

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Juve, i migliori video

Abbonati all'offerta Black Friday

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...