Juventus, il segreto dell’imbattibilità di Allegri: lo dicono i dati

I bianconeri non perdono né subiscono gol dalla sconfitta dell'8 ottobre contro il Milan a San Siro, quando Brahim Diaz siglò la rete del definitivo 2-0

La Juventus è tornata in corsa per lo scudetto dopo un avvio di stagione deludente. Il successo esterno contro la Cremonese ha sancito il 7º trionfo consecutivo della squadra di Allegri, che dopo la sconfitta contro il Milan datata 8 ottobre 2022 in Serie A non ha conosciuto risultati diversi dalla vittoria. A San Siro finì 2-0 per i rossoneri di Pioli, che archiviarono il match con il gol di Brahim Diaz al 54'. Quella dello spagnolo è stata anche l'ultima rete subita dai bianconeri in campionato, che mantengono la porta inviolata da ben 727' di gioco.

Dal campo ai social, i giocatori della Juve festeggiano: "Che bell'inizio"
Guarda la gallery
Dal campo ai social, i giocatori della Juve festeggiano: "Che bell'inizio"

Juventus, l'arma per l'imbattibilità di Allegri

Se il reparto difensivo della Juventus ha ricominciato a dare garanzie fondamentali il merito è soprattutto di Danilo. Il brasiliano è da tempo un idolo dei tifosi e un leader per atteggiamento e voglia di vincere trasmessa ai compagni, e a confermare la sua importanza per Allegri c'è un dato inequivocabile. Il brasiliano è infatti rimasto sempre in campo per tutti i 727' in cui i bianconeri non hanno subito gol, a differenza degli altri compagni di reparto: Rugani ne ha giocati 79, Bonucci 260, Gatti 270, Alex Sandro 330, Cuadrado 349 e Bremer 450.

Se Chiesa alza il ritmo alla Juventus
Guarda il video
Se Chiesa alza il ritmo alla Juventus

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...