Tuttosport.com

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Juve, su Bonucci continua il pressing del Real Madrid
© LaPresse/Spada

Juve, su Bonucci continua il pressing del Real Madrid

Il difensore tratta il rinnovo con la Juve, mentre Benitez insiste nel chiederlo a Pereztwitta

lunedì 29 giugno 2015

TORINO - La Juventus vorrebbe blindare Bonucci fino al 2019 e il difensore dei 4 scudetti consecutivi sarebbe felice di unirsi a vita al club per il quale tifa fin da bambino e del quale è diventato un leader. Sulla carta non sembrerebbe mancare nulla per l’allungamento dell’attuale accordo, in scadenza nel 2017. Eppure quella che sembrava una trattativa lampo, in realtà sta procedendo tra accelerazioni e frenate. I dirigenti bianconeri sono costantemente in contatto con l’entourage del giocatore. Un incontro c’è già stato e un altro è in programma a breve, anche perché il rappresentante dell’azzurro assiste pure l’obiettivo bianconero Juan Cuadrado. Sul tavolo ci sono diversi aspetti, tra cui anche il ritocco verso l’alto dell’ingaggio. Bonucci guadagna meno di 2 milioni e vorrebbe scavallare la soglia dei 3 come è riconosciuto alla maggior parte dei titolarissimi di Massimiliano Allegri. Ma di giorno in giorno monta un’altra insidia sulla trattativa. L’insidia ha le sembianze di Rafa Benitez, deciso ad affidare il dopo Sergio Ramos proprio al difensore juventino. Il neotecnico del Real Madrid ha inserito il nome di Bonucci ai primi posti della lista consegnata a Florentino Perez nel vertice di mercato di giugno. Da quei giorni il pressing è cresciuto costantemente. L’interesse si è trasformato in “obiettivo di mercato” ed è risaputo che quando Florentino Perez si mette in testa una figurina difficilmente si accontenta di cambiarla con un’altra. Il numero uno della Casa Blanca ha già fatto arrivare la sua proposta all’entourage del giocatore. Perez è pronto a calare sul tavolo 4 milioni d’ingaggio per Bonucci e 30 per la Juventus. Benitez stravede per il centrale della Nazionale ed è convinto che sia il profilo ideale per sostituire un senatore come Sergio Ramos. Il Bernabeu è un pubblico esigente, affezionato soprattutto ai giocatori di qualità. E lo juventino, oltre che uno stakanovista (solo Messi ha giocato di più nell’ultima stagione) e un ottimo difensore, è riconosciuto come uno dei registi bassi più tecnici a livello internazionale. L’altro nome seguito dai blancos è Otamendi, sul taccuino anche di quel Manchester United dato in pole position proprio su Sergio Ramos.

Cornacchia-Milone

Leggi l'articolo completo su Tuttosport

Tags: CalciomercatoJuventusBonucciReal MadridPerezSergio RamosOtamendi

Tutte le notizie di Calciomercato

Approfondimenti

Commenti