Tuttosport.com

Procedimento Uefa per razzismo, Lazio parte civile in caso di processo
© www.imagephotoagency.it
0

Procedimento Uefa per razzismo, Lazio parte civile in caso di processo

Lo svela lo stesso club biancoceleste con un comunicato ufficiale: "Attivate le iniziative finalizzate alla individuazione dei responsabili e provvederà ad applicare in maniera rigorosa il codice etico per allontanare dallo stadio i soggetti autori dei fatti"

martedì 8 ottobre 2019

ROMA - E'arrivata la risposta ufficiale della Lazio dopo il procedimento UEFA attivato per atti razzisti di alcuni tifosi nell'ultima gara di Europa League giocata all'Olimpico contro il Rennes. La società biancoceleste, spiega, "si costituirà parte civile nel caso dovesse esserci un processo". Questa la nota della società capitolina: "La S.S. Lazio informa di avere ricevuto dalla UEFA una contestazione relativa al comportamento di alcuni tifosi responsabili di avere posto in essere atti definiti razzisti. Nel confermare che provvederà a difendere la propria reputazione e tradizione, la società comunica che con immediatezza ha attivato le iniziative finalizzate alla individuazione dei responsabili e provvederà ad applicare in maniera rigorosa il codice etico per allontanare dallo stadio i soggetti autori dei fatti. Si fa presente, inoltre, che la Società, a tutela dei propri interessi patrimoniali, si costituirà parte civile nel processo che dovesse essere celebrato a carico di coloro che, a seguito delle indagini di PG effettuate dagli organi di polizia, dovessero risultare responsabili".

Europa League Lazio Uefa

Caricamento...