Lazio, caso tamponi: sette mesi di squalifica a Lotito

Il Tribunale Federale condanna il presidente biancoceleste e i medici sociali Rodia e Pulcini. Per la società 150 mila euro di multa

Lazio, caso tamponi: sette mesi di squalifica a Lotito© ANSA

ROMA -  Il Tribunale Federale Nazionale ha pronunciato la sentenza riguardante il mancato rispetto dei protocolli Covid da parte della Lazio: sette mesi di inibizione a Claudio Lotito, un anno ai medici sociali Fabio Rodia e Ivo Pulcini, e 150 mila euro di multa alla società biancoceleste. L'avvocato Gentile, che difende la società di Lotito, afferma che "la Procura ha scaricato tutta la sua severità nelle richieste nei confronti del presidente e dei medici. Scongiurato il rischio di punti di penalizzazione? Su questo siamo sollevati perchè la stampa aveva preannunciato interventi catastrofici. Ho sentito parlare addirittura di retrocessione".

Torino-Lazio, dagli sgarbi di Lotito alla reazione di Cairo

Lazio, caso protocolli Covid: scongiurata la penalizzazione

Sentenza Lazio, l'avvocato: "Si andrà al Collegio di Garanzia"

 L'avvocato Gentile non è comunque totalmente soddisfatto, perchè crede che la pena a Lotito sia ingiusta: "Come ci muoveremo sui sette mesi di inibizione per Lotito? Non ho fatto subordinate, non ho detto "13 mesi sono troppi e facciamo sei". Siamo convinti che non dovrebbe spettargli alcuna pena. Da quello che si è capito stamattina si andrà sicuramente al Collegio di Garanzia. Non finisce qui, in un modo o nell'altro. La procura è con il coltello tra i denti. Tempi per la sentenza? Me lo aspetto per l'inizio della prossima settimana ", conclude il legale. 

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...