Tuttosport.com

© Ansa

Toh, Cavani si offre al nuovo Milan!

L'agente del Matador, in rotta col Psg, esce allo scoperto: «Stiamo seguendo l'evolversi della situazione rossonera»twitta

mercoledì 8 aprile 2015

MILANO - Una delle condizioni che Silvio Berlusconi ha posto ai suoi interlocutori per la cessione delle quote societarie è quella relativa agli investimenti che andrebbero fatti sulla rosa rossonera dei prossimi anni. Il patron milanista, infatti, ha espressamente detto a tutti coloro che si sono presentati al suo tavolo che oltre ai soldi per le azioni, è necessario stanziare un budget importante per il calciomercato con almeno un colpo di grossa caratura da portare a termine per generare entusiasmo nei tifosi e, di conseguenza, tutti quei benefici che l'arrivo di una stella internazionale può comportare. In attesa di capire chi tra Mr. Bee e Mr. Lee metterà le mani sul controllo del Milan, c'è già chi si sta muovendo, con procuratori di grandi campioni pronti a proporre i servizi dei loro assistiti. Che al Milan possano tornare a circolare soldi importanti, in una parte degli addetti ai lavori, è voce sempre più insistente e tutti sono pronti a sintonizzarsi sulle frequenze di Casa Milan appena il quadro sarà più chiaro.

OCCHIO AL MATADOR - Uno dei grandi scontenti di questi mesi è, senza dubbio, Edinson Cavani. L'attaccante uruguaiano del Paris-Saint Germain non ha mai gradito il ruolo di attaccante esterno disegnatogli da Blanc nel tridente dei parigini ed è sempre al centro delle voci di mercato, con l'Arsenal più volte accostata all'ex centravanti del Napoli. Ma è stato uno dei suoi due agenti, Claudio Anellucci, a far sibilare un messaggio che potrebbe rivelarsi un indizio importante per la prossima estate: «Bisognerà fare attenzione all'evolversi della vicenda riguardante la proprietà del Milan - ha detto in diretta a Radio Olympia - anche se, al momento, mi sento di escludere un eventuale ritorno di Cavani in Italia. Ad oggi i mercati di riferimento sono altri». Se la seconda parte delle parole di Anellucci suonano molto come frasi di facciata, destano non poca curiosità le prime, quando fa riferimento all'evoluzione degli scenari che riguardano il club rossonero. Cavani tornerebbe volentieri in Italia e lui potrebbe essere quel colpo, sia tecnico sia mediatico, in grado di riaccendere la fiamma dell'entusiasmo in un pubblico, come è attualmente quello milanista, caduto in una profonda depressione e disaffezione.

Leggi l'articolo completo su

Tutte le notizie di Milan

Approfondimenti

Commenti