Tuttosport.com

Milan, il nuovo bomber: «Sono Bacca e… Ronaldo»
© REUTERS

Milan, il nuovo bomber: «Sono Bacca e… Ronaldo»

«Ma il brasiliano: il giocatore che ricordo di più». «Il progetto è ambizioso e vincente: come me»twitta

sabato 25 luglio 2015

L’acquisto più oneroso del Milan ha lo sguardo sveglio e la battuta pronta. Non è un veterano, in senso stretto, perché il Milan è la prima squadra di grande fama nella quale milita. Ma è tutt’altro che un pivellino, visto che la sua carta d’identità indica ormai i 29 anni in arrivo (li compirà fra poco più di un mese), mentre le sue statistiche spaziano dalla Colombia al Belgio, fino alla Spagna. In attesa, ovviamente, che anche l’Italia si accorga di lui. Carlos Bacca è costato 30 milioni di euro, ovvero l’intera clausola che il Siviglia aveva posto sulla sua “testa” per provare a blindarlo. Ma i 34 gol nelle ultime due Liga, più svariati altri nell’Europa League e nella Coppa del Re, l’avevano reso uno degli uomini più ambiti del mercato. Il Milan se l’è assicurato, dopo che era fallita l’operazione Jackson Martinez. Ma questo non è certo un problema suo.

Il progetto Preferisce parlare del motivo per cui lui ha scelto il Milan e non perché il Milan ha scelto lui. «Mi ha subito convinto l’ambizione che ho colto dalle parole dei dirigenti. Un’ambizione che parte dal desiderio di portare a termine un progetto importante: sono in questa squadra perché anch’io penso che si possa lottare per lo scudetto e per qualificarsi alla prossima Champions League». Ma quanto è stato duro rinunciare proprio alla manifestazione più prestigiosa, conquistata con il suo Siviglia? Bacca non nega: «Sono stati due anni meravigliosi, in Spagna. Ma proprio per questo, forse, era giusto ricominciare. Non la giocherò quest’anno, la Champions, ma il prossimo sono sicuro di sì». Emery lo ha trasformato in un campione e lui lo sa. «Del tecnico dico solo una cosa. Lavora 24 ore al giorno. Anche quando dorme, in realtà sta studiando gli avversari, la tattica. Sono gli allenatori del calcio moderno: lui, come Simeone e come anche Mihajlovic, che pure ha un po’ di esperienza in meno rispetto ai suoi due colleghi».

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

 

Tutte le notizie di Milan

Approfondimenti

Commenti