Tuttosport.com

Milan-Palermo, Mihajlovic: «Giocano gli stessi del derby, ma tirino più in porta»
© www.imagephotoagency.it

Milan-Palermo, Mihajlovic: «Giocano gli stessi del derby, ma tirino più in porta»

Il tecnico rossonero va oltre i progressi visti nel derby perso: Domani giocheranno gli stessi undici. Balotelli? Giochi sempre così«twitta

venerdì 18 settembre 2015

dal nostro inviato Stefano Pasquino

CARNAGO - Del derby sono rimasti soltanto i complimenti. Col Palermo Sinisa Mihajlovic vuole i punti. Per dare “polpa” al progetto Milan. Un Milan che nelle prime tre giornate ha tirato in porta soltanto 7 volte: «I numeri non dicono mai bugie: come diceva Boskov chi non tira mai sbaglia - ha attaccato Sinisa - a Milanello faccio allenamenti per far capire ai giocatori che, quando c’è la possibilità di calciare bisogna farlo». Altro nodo è il rendimento del trequartista: «Honda è un professionista serio, si sacrifica in fase di non possesso ed è vero che dovrebbe fare qualcosa di più in fase offensiva ma i colpi ce li ha e deve soltanto sbloccarsi. Per Suso con l’Empoli non è stato facile e poi ricordo che abbiamo ancora Bonaventura. Balotelli? Quando gioca, può essere una soluzione in più. Mario è entrato bene e ha iniziato con il piede giusto, deve farlo ogni volta in cui ha la possibilità di giocare».

Col Palermo, come ha spiegato pure Galliani, serviranno i tre punti: « Un bilancio? Tutti si aspettavano meglio: ma, per quello che si è visto in campo, i punti che abbiamo sono quelli giusti. Tutti potevamo fare meglio, io per primo. Ma con l’Inter abbiamo ritrovato lo spirito giusto e il Milan che ho in testa. Domani giocheranno gli undici del derby: tra noi e l’Inter non ci sono sei punti. Abbiamo tanta voglia di ripetere la prestazione contro l’Inter, metterci molta più rabbia e fare di tutto per vincere. Quando sei al Milan ti aspetti in tutte le partite i tre punti: dobbiamo restare sereni sapendo che giocando da squadra possiamo toglierci le nostre soddisfazioni. La visita di Barbara? Non è stata per confermare la fiducia ma perché è stato presentato un nuovo sponsor e abbiamo parlato un po’». Ultimo capitolo sull’assenza di Menez che tra qualche giorno tornerà a Milanello ma dovrà fare la preparazione in toto: «L’anno scorso è stato uno dei migliori giocatori del Milan e ha fatto un sacco di gol. A me non piace cercare scusanti: siamo questi e lavoriamo con questi giocatori. Quando recupereremo tutti, potremo anche pensare di fare qualcosa di diverso. A noi non manca solo Menez, ma pure Niang, Bertolacci e Antonelli. De Jong alla Medel? Abbiamo tanti difensori centrali, dovrei essere sfortunato per trovarmi in quella situazione. Mancini aveva Ranocchia? Si vede che non lo riteneva all’altezza...». A chiudere, capitan Montolivo - in conferenza stampa con De Jong al fianco di Mihajlovic - «Nel derby si sono visti passi avanti, la responsabilità che ci portiamo è quella di dover fare soltanto passi in avanti».

Tutte le notizie di Milan

Approfondimenti

Commenti