Tuttosport.com

Il Milan corre ai ripari
© LAPRESSE
0

Il Milan corre ai ripari

Giampaolo vuole inserire uomini freschi: Paquetà, Bonaventura, Rebic e Leao in pole per sostituire chi ha deluso

giovedì 3 ottobre 2019

MILANO - Quattro sconfitte in sei giornate, solamente quattro gol segnati e tanti giocatori, schierati con continuità da Marco Giampaolo, che finora hanno deluso. Basti pensare a gente come Musacchio (espulso con la Fiorentina, salterà dunque giocoforza il Genoa), Rodriguez, Kessie, Calhanoglu, Suso e Piatek, in campo per quasi tutti gli incontri e raramente sopra la sufficienza, se non in qualche sporadica partita. Giampaolo nelle ultime gare ha dato spazio ai nuovi acquisti, come richiesto dalla dirigenza, ma solo Hernandez e Leao hanno dato risposte positive, mentre Bennacer, dopo le discrete prove con Brescia e Torino, con la Fiorentina è crollato. Il tecnico rossonero sembra intenzionato a puntare ancora sullo zoccolo duro con cui ha lavorato dalla scorsa estate per lo “spareggio” panchina con Andreazzoli, rilanciando magari degli elementi di esperienza in grado di reggere le pressioni di una partita tanto importante (Rodriguez e Biglia, per esempio), ma nell’organico a sua disposizione ci sono ancora dei giocatori che finora hanno avuto poco spazio o addirittura briciole di minutaggio. 

Nelle ultime due gare, prima a causa di un lieve infortunio e poi per scelta tecnica di Giampaolo, è rimasto fuori Lucas Paquetà, uno dei due innesti del gennaio scorso targato Leonardo (l’altro fu Piatek), un giocatore che a inizio 2019 aveva destato buone impressioni, ma che poi, anche per questioni tattiche, ha faticato a imporsi. Finora Giampaolo lo ha utilizzato in una posizione ibrida fra la mediana e la trequarti, ma Paquetà rimane un nazionale brasiliano, un ragazzo di 22 anni di grandi qualità tecniche che potrebbe portare maggiore fantasia in una manovra rossonera finora poco produttiva a livello offensivo. Controindicazione? Il ruolo: bisogna che Giampaolo trovi la casella giusta per Paquetà e lavori sulle sue potenzialità. E’ meno giovane di Paquetà e forse ha meno brillantezza del brasiliano da un punto di vista fisico Bonaventura, fermo per dieci mesi per un brutto infortunio al ginocchio sinistro operato a fine novembre 2018. Jack è però tornato in gruppo da agosto, clinicamente è guarito e la sua condizione migliora di giorno in giorno.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SULL'EDIZIONE ODIERNA DI TUTTOSPORT

Serie A Milan Genoa Giampaolo Bonaventura Paquetà Rebic Leao

Caricamento...