Tuttosport.com

Milan sul baratro, tra infortuni e calendario
© LAPRESSE
0

Milan sul baratro, tra infortuni e calendario

Castillejo si fermerà per parecchio, ancora out Suso e Musacchio. E le prossime sfide sono contro Juventus e Napoli

martedì 5 novembre 2019

MILANO - E' forte lo sconcerto dei tifosi del Milan, usciti ancora una volta sconfitti dal campionato. E’ la sesta volta, in due mesi o giù di lì, e a loro poco importano i segnali di crescita che inequivocabilmente la squadra di Pioli ha fatto intravedere contro la Lazio. Restano, nei loro occhi, tutte le negatività: l’ennesimo ko, la classifica che si fa sempre più mediocre, la delusione di certi giocatori che non appaiono all’altezza della sfida. E’ difficile, insomma, se non impossibile, vedere il bicchiere mezzo pieno: non lo è oggi, guardando la classifica (undicesimo posto in compagnia dell’Udinese), guardando i punti che separano dalla zona Champions (sette in meno rispetto a Lazio, Atalanta e Cagliari). E ben difficilmente lo può essere domani, visto che il calendario, impietoso, regala due partite al limite dell’impossibile, prima e dopo la sosta della nazionale. Domenica prossima il Milan sarà in casa della Juventus, due settimane dopo ecco il Napoli a San Siro. Dove sarà, in classifica, il Milan alla tredicesima giornata?



Come se non bastasse, Pioli si trova anche alle prese con una serie di infortuni che rischiano di minare alle fondamenta le sue scelte. Anche perché, in almeno due casi su tre, si tratta di stop che riguardano i giocatori più in condizione. Suso, giovedì scorso, aveva risolto con una magia su punizione la partita contro la Spal. E Suso subito dopo si è fermato, saltando la Lazo e rimanendo in forte dubbio per la Juve. Musacchio poteva garantire anche un cambio di modulo, ovvero giocare a tre in difesa, con Romagnoli e Duarte, ma il suo stop (infortunio nel primo tempo contro la Spal) ha costretto il tecnico a schierare il brasiliano come centrale a fianco del capitano, con le conseguenze che tutti hanno visto nella gara di domenica. E infine Castillejo, mai così tonico e decisivo come nel primo tempo contro la Lazio, che invece ne avrà per parecchio tempo. Sottoposto ieri a una risonanza magnetica , si è avuta la conferma della lesione del muscolo bicipite femorale della coscia sinistra. Un nuovo controllo verrà effettuato fra una decina di giorni ma è evidente che, se va bene, se ne riparlerà dopo la sosta.

Serie A Milan Lazio Castillejo Juventus napoli pioli

Caricamento...