Tuttosport.com

Milan, adesso Bonaventura può scegliere il suo futuro

0

Il suo contratto scade a giugno. Lazio, Napoli e Fiorentina lo corteggiano, i rossoneri tentennano: il centrocampista non sembra più rientrare nei piani di Gazidis

Milan, adesso Bonaventura può scegliere il suo futuro
© AG ALDO LIVERANI SAS
mercoledì 25 marzo 2020

MILANO - Tutti vogliono Giacomo Bonaventura tranne... chi ce l’ha. Già, il 31enne jolly cresciuto nel vivaio dell’Atalanta è ormai arrivato a poco più di tre mesi dalla scadenza del suo contratto. L’intesa rinnovata il 18 gennaio 2017 parla chiaro: il 30 giugno 2020 Bonaventura sarà svincolato. Da quanto emerso finora, Bonaventura a differenza di altri giocatori che in questo periodo dell’anno hanno già trovato accordi con nuove squadre, non ha ancora deciso cosa farà dal primo luglio. Il perché è abbastanza scontato: lui vorrebbe rimanere al Milan. Ma il Milan, quello che sarà guidato in prima persona da Ivan Gazidis, ha idee differenti. E così sul giocatore si stanno affacciando tanti club del nostro campionato, facendolo diventare uno dei parametri zero più corteggiati.

Sono diverse le società che hanno fatto sondaggi su Bonaventura nelle ultime settimane. La Lazio è indubbiamente la squadra più interessata, ma anche il Napoli del suo ex allenatore Gattuso si è fatta avanti. Il tutto senza scartare la Roma e la Fiorentina dell’ambizioso Commisso. Bonaventura, classe 1989, avrà dunque ampia scelta fra qualche mese se, come tutto lascia pensare, il Milan non gli farà una proposta. L’ultimo contratto, come ricordato, Bonaventura l’ha rinnovato nel gennaio 2017. Nel dicembre 2016 l’allora ad Galliani aveva trovato un’intesa con l’agente Mino Raiola per raddoppiare l’ingaggio fino a quel punto percepito, ovvero 1 milione. Le parti trovarono l’accordo per aumentare lo stipendio a 2 milioni e prolungare la scadenza dal 2019 al 2020. La firma arrivò poi a metà gennaio dopo l’ok ricevuto da Galliani anche dalla Sino-Europe Sports, ovvero il gruppo cinese che stava già da mesi trattando con Fininvest e Silvio Berlusconi la cessione della società. Ma perché il Milan ora non intende rinnovare il contratto a uno dei giocatori che maggiormente ha dato il suo contributo nel corso delle ultime stagioni? Probabilmente le motivazioni sono multiple. Intanto la carta d’identità: Bonaventura il 22 agosto compirà 31 anni, un’età che dunque non combacia con gli standard del progetto che Gazidis vorrà iniziare dalla prossima estate, preferibilmente con Ralf Rangnick (a proposito: pare che i due abbiano avuto dei contatti nei giorni scorsi e ci siano state rassicurazioni sul budget a disposizione).

Serie A Milan Bonaventura Gazidis napoli Fiorentina Lazio

Caricamento...