Tuttosport.com

Milan, per Rangnick conto alla rovescia

0

Rimangono frequenti i contatti tra la dirigenza rossonera e l'allenatore tedesco. Summit decisivo quando l'emergenza Coronavirus permetterà il faccia a faccia

Milan, per Rangnick conto alla rovescia
© Daniele Buffa/Image Sport
sabato 11 aprile 2020

MILANO - Il futuro di Ralf Rangnick al Milan è sempre più legato a doppio filo agli sviluppi della situazione europea legata al Coronavirus. Più tempo servirà per tornare a una sorta di normalità e meno saranno le chance per il fondo Elliott e Gordon Singer di portare a termine la loro missione. Perché, come ribadiamo da tempo, la proprietà rossonera ha scelto da mesi la strada da perseguire e il percorso conduce a Lipsia e al manager tedesco. Quanto sta succedendo da marzo in poi, però, ha creato dei logici problemi di programmazione e organizzazione. Le parti, al di là delle smentite più o meno ufficiali - ieri per esempio è stato il turno di Rangnick che a “MDR” ha così parlato del Milan: "Non c’è niente di vero su un mio accordo raggiunto con il club rossonero; c’erano stati dei contatti in passato, ma niente di concreto" - continuano a sentirsi. Ci sono state nelle ultime settimane periodiche conference call alle quali hanno partecipato Gordon Singer, Rangnick, alcuni manager di Elliott e Gazidis. Riunioni che sono servite a superare alcune incomprensioni, come il budget a disposizione (c’è stato un taglio, ma dovuto alla situazione economica mondiale).



Nell’ultima chiacchierata, Singer e Rangnick - che sta studiando italiano con lezioni quotidiane di 2-3 ore - hanno però convenuto di dover fare un punto finale della situazione in un colloquio faccia a faccia. Un vertice definitivo, da dentro-fuori. Perché, se per il Milan la scelta è stata fatta e non si vuole tornare indietro, da parte di Rangnick, come già spiegato nei giorni scorsi, rimangono dei dubbi dovuti alle tempistiche della stagione. Il tedesco, professionista puntiglioso e pignolo, non è entusiasta di lasciare il porto tranquillo di Lipsia per gettarsi in una sfida di sicuro intrigante, ma complicata, senza avere però il giusto tempo per pianificare tutto.

Milan rangnick Gazidis Elliott singer pioli Coronavirus

Caricamento...