Tuttosport.com

Milan, le richieste di Rangnick: uno per reparto

0

La prima scelta cade sui giovani: italiani come Tonali e Meret

Milan, le richieste di Rangnick: uno per reparto
© /Agenzia Aldo Liverani S.a.s.
mercoledì 15 aprile 2020

MILANO - Se deve essere rivoluzione, che lo sia per davvero. Mettendo mano al portafoglio, cosa che il fondo Elliott, va detto per onor di verità, non ha mai evitato di fare in tutte le sessioni di mercato. Che poi gli acquisti non sempre siano stati all’altezza delle aspettative, per non dire totalmente deludenti, è un altro discorso. Ma negare che la famiglia Singer abbia fornito una notevole disponibilità economica, per di più nei difficili meandri del Fair Play Finanziario, sarebbe un falso storico. Se dunque, Ralf Rangnick dovesse sciogliere le riserve che ancora accompagnano la sua eventuale venuta al Milan, ecco che sarebbe pronto per lui un bel pacchetto di euro, per soddisfare le sue esigenze. In questa chiave, che lui arrivi per sedersi in panchina (quotazioni leggermente in calo) o che venga per fare il direttore tecnico, poco cambierebbe. In ogni caso, a livello di mercato, cercherebbe di imporre la sua filosofia e la sua strategia. Ecco perché, come abbiamo già ripetuto nei giorni scorsi, l’ipotesi di una convivenza con Ibrahimovic è tutt’altro che scontata: gli obiettivi di Rangnick sono diretti altrove, anche se in società stanno riflettendo sull’impatto aggregante e stimolante che lo svedese ha avuto su tutti i compagni e su alcuni giovani in particolare, quegli stessi giovani sui quali, adesso, ancor più si punterà. Sia che siano già presenti in casa, sia che arrivino da fuori.

Quattro acquisti

Uno per reparto: le squadre si costruiscono creando la spina dorsale, innanzitutto, e su questo vorrebbe lavorare Rangnick nel caso diventasse rossonero. Sapendo che non ha senso fare sforzi eccessivi, anche a livello di ingaggio, non farebbe nulla per trattenere Donnarumma, al quale occorrerebbe garantire il rinnovo in tempi brevi, e che invece, al contrario, con la sua cessione, potrebbe finanziare una buona parte del mercato. L’obiettivo in porta è sicuramente Meret, che a Napoli non sta trovando spazio, ma si tiene sotto osservazione anche l’argentino Musso (Udinese) che piace anche all’Inter. A centrocampo c’è forse il sogno più ambizioso, quel Sandro Tonali che a soli 19 anni ha già fatto girare la testa a tantissimi dirigenti, italiani e stranieri.

Leggi l'articolo completo nell'edizione odierna di Tuttosport

Calciomercato Milan rangnick meret tonali

Caricamento...