Milan, Pioli: "La sconfitta con lo Spezia ha lasciato scorie"

L'allenatore rossonero dopo il pareggio con i ragazzi di Allegri: "Ibrahimovic ha sentito dolore al tendine, ha dato la colpa al terreno"

Milan, Pioli: "La sconfitta con lo Spezia ha lasciato scorie"© ANSA

MILANO - Stefano Pioli non ha tanti rammarichi per il pareggio del Milan con la Juve a San Siro, in un match poco spettacolare, forse anche a causa della grande posta in palio: "Abbiamo fatto la partita giusta per il nostro momento - dice l'allenatore rossonero a Dazn - c’è mancato qualcosa in area di rigore. A volte siamo stati poco precisi e poco decisi nella giocata, ma spesso è stato il campo che non ci ha fatto fare l’ultimo passaggio o un controllo. La squadra è stata attenta e decisa, abbiamo lasciato poche occasioni ad una squadra forte. Il bicchiere è mezzo vuoto per i punti mancati con lo Spezia non per stasera. La squadra sa che abbiamo due partite importanti che diranno tanto. Se non riusciremo a vincere sarà un campionato simile a quello dell’anno scorso in lotta per la Champions. Dobbiamo continuare così e provare a fare qualcosa di eccellente".

Szczesny chiude la porta, Ibrahimovic ko: pari tra Milan e Juve
Guarda la gallery
Szczesny chiude la porta, Ibrahimovic ko: pari tra Milan e Juve

Pioli: "Dolore al tendine per Ibra, colpa del terreno"

Sul gioco offerto dal Milan stasera, Pioli osserva: "Abbiamo provato a lavorare con due trequarti accentrando Messias per farlo dialogare con Brahim Diaz. Ci è mancata l’ultima giocata, ma non la posizione in area: ci siamo arrivati bene. Vincere le partite è complicato, ci vuole il guizzo e la giocata. Ritroveremo anche quella fluidità, anche quella spensieratezza che dobbiamo avere. Non ci dobbiamo far condizionare da altre cose. Siamo stati bravi a gestire il post partita contro lo Spezia. La sconfitta ha lasciato scorie? Sì, certo, non è stata una settimana facile. Non è facile farsi scivolare tutto addosso. Si vince con la squadra, ma è anche vero che si cresce con le prove dei singoli: oggi tante prove dei singoli sono di altissimo livello". Di Rebic e dell'infortunio a Ibrahimovic, infine, dice: "Rebic dovevo metterlo prima, ma il cambio forzato di Zlatan ci ha tolto uno slot e ho preferito fare altri cambi. Sta meglio e giocando troverà la condizione, tornerà ad essere determinante. Ibra a fine partita non l’ho visto, ha accusato un dolore al tendine e ha dato la colpa al terreno, vedremo nei prossimi giorni come starà".

Milan, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...