Milan-Napoli è anche Calabria-Di Lorenzo: incrocio scudetto con vista sulla Nazionale

A San Siro per dare una spallata alla rivale per il titolo, ma in prospettiva il duello resta valido, anche in azzurro. Pregi e difetti di due capitani insostituibili
Milan-Napoli è anche Calabria-Di Lorenzo: incrocio scudetto con vista sulla Nazionale© Roberto Garavaglia/ag. Aldo Liverani sas

MILANO - Terzini destri, e capitani, contro. È il confronto tra Davide Calabria e Giovanni Di Lorenzo. Avversari in Milan-Napoli e in concorrenza per una maglia azzurra. Un confronto, quello in chiave Italia, ancora una volta vinto dal giocatore di Luciano Spalletti. Di Lorenzo è ormai divenuto un elemento fisso nell'undici di partenza di Roberto Mancini. Altrettanto non avviene per il rossonero, ignorato nelle convocazioni per il duplice impegno che vedrà gli azzurri di scena in Nations League contro l'Inghilterra (proprio al Meazza) venerdì sera e poi a Budapest contro l'Ungheria il lunedì successivo. Due partite in cui l'Italia si gioca ancora una possibilità di Final Four, ma con un occhio attento all'ultimo posto - oggi occupato dall'Inghilterra - che significa retrocessione. Un'assenza che ha fatto inarcare più di un sopracciglio.

Calabria totale
Perché Calabria, da oltre un paio di stagioni a questa parte, ha evidenziato una continuità di rendimento che prima gli mancava. Questo grazie a una crescita nella sicurezza personale, che ne fa uno dei migliori interpreti del ruolo, per l'attenzione alla fase difensiva e il contributo in quella offensiva. Figlio del vivaio del Milan, per Stefano Pioli è stato naturale consegnargli la fascia dopo l'eclissarsi di Alessio Romagnoli e dopo l'infortunio di Simon Kjaer. Calabria impersona quello spirito rossonero che ha contribuito alla costruzione dell'ultimo scudetto.

Di Lorenzo onnipresente
La fascia di capitano a Di Lorenzo è invece il frutto della fiducia ottenuta dalla squadra una volta incassato l'addio di Lorenzo Insigne. In estate, quando è stato il momento di decidere, lo spogliatoio non ha avuto dubbi nell'individuare nel terzino destro l'elemento cui consegnare tale responsabilità sul campo. Questo perché Di Lorenzo, fin dal suo arrivo da Empoli nel 2019, ha risposto con il lavoro a quanti non lo ritenevano all'altezza della nuova realtà. Mai appariscente, sempre concreto. E sempre presente, con un rendimento in cui gli sbandamenti sono stati ridotti al minimo. È la traiettoria vissuta anche nell'Italia, con una crescita progressiva che lo ha portato alla titolarità nella squadra che ha vinto l'Europeo nel 2021. E ora la sfida a Calabria, in un confronto verso il titolo che avrà anche inevitabili ricadute con vista sulla maglia azzurra.

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Milan, i migliori video

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...