Milan, metodo Moncada: ecco la super Primavera

La società rossonera, a differenza di Juve e Atalanta, non ha puntato sull’Under 23 ma ha regalato ad Abate giocatori che presto potranno essere utili pure per Pioli in prima squadra
Milan, metodo Moncada: ecco la super Primavera© AC Milan via Getty Images

Una campagna acquisti fatta di tanti giovani di qualità. Ma non solo per la prima squadra. Perché il Milan si è rafforzato tanto anche andando a sondare i migliori talenti delle giovanili di mezza Europa per consegnare nelle mani di Ignazio Abate una grande Primavera. Il lavoro di scouting di Moncada del resto ha sempre mirato a cercare giocatori futuribili che possano poi crescere e diventare di altissimo profi lo. In questa sessione di mercato ne sono arrivati dall’estero almeno tre.

Milan, Raveyre e Jimenez

Il primo è il portiere Noah Raveyre, ex Saint-Étienne. Classe 2005, arrivato a parametro zero, il francese ha già esordito nel calcio professionistico, collezionando una presenza in Ligue 2 con il vecchio club nell’agosto del 2022. Il colpo che ha fatto più rumore, però, è stato probabilmente quello di Alex Jiménez. Pure lui classe 2005, con due caratteristiche che hanno fatto sognare subito i tifosi rossoneri: è un terzino; arriva dal Real Madrid (in prestito, con diritto di riscatto e contro riscatto a favore del Real). Il parallelo con Theo Hernandez è scattato subito, anche se Theo quando è arrivato a Milano era già un giocatore da prima squadra. Alejandro deve ancora crescere e per questo partirà dalla Primavera, con vista sulla prima squadra. A Madrid lo vedevano bene come “nuovo Carvajal”, pensando al giorno in cui Dani lascerà la corsia di competenza. Intanto ha fatto bene sia con le maglie del Castilla (la squadra B del Real) sia con le nazionali giovanili, tanto che lo seguivano anche Chelsea e Bayern - alla fine, però, il Milan ha battuto tutti.

Skoczylas dal Lubin. E Camarda...

Mateusz Skoczylas ha un nome più complicato da ricordare, ma pure di lui si dice un gran bene. Intanto è nato nel 2006, ed è stato prelevato dal Lubin per una cifra intorno al milione di euro (secondo quanto riportato da alcuni media polacchi). Anche lui ha collezionato una presenza nella seconda divisione polacca con la squadra B del club, prima di cedere alla corte rossonera (sul ragazzo era forte anche lo Sporting Lisbona). Dopodiché tra i volti nuovi della Primavera ce n’è anche uno che fa già parlare tantissimo, pur essendo del 2008: Francesco Camarda. Talento purissimo che il Milan vuole difendere da tutto il rumore mediatico che i suoi gol richiamano. Ha già esordito in amichevole contro il Trento con il Milan di Pioli. Poi, con la Primavera, è andato in rete nel Trofeo Mamma e Papà Cairo (anche se poi ha vinto il Toro). I tifosi sognano di vederlo a San Siro, il Milan preferisce avanzare un passo alla volta. Intanto dopo il grande risultato della passata stagione in Youth League, i rossoneri hanno ricreato una squadra forte e magari pronta a fare un po’ meglio pure in campionato. Dopodiché non è da escludere che alcuni di questi ragazzi, fatti i passi necessari per crescere, un giorno ci arrivino davvero in prima squadra (Pioli ha provato qualcuno dei giovani più pronti anche nelle amichevoli estive). Una cantera che per il momento non prevede la creazione di una squadra Under 23 - come hanno fatto da tempo la Juventus e ora l’Atalanta -, ma che comunque vuole essere allo stesso tempo competitiva nell’immediato e futuribile in quanto a formazione di giocatori da Serie A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Milan, i migliori video

Commenti

Loading...