Tuttosport.com

De Laurentiis: "Insigne stia tranquillo. Mertens in Cina? Problemi suoi"
© www.imagephotoagency.it
0

De Laurentiis: "Insigne stia tranquillo. Mertens in Cina? Problemi suoi"

Il presidente del Napoli senza mezzi termini tra inquietudini dei suoi big e mercato: "Lorenzo deve capire cosa vuole fare da grande. Ancelotti? Non ho mai litigato con lui, è un allenatore molto bravo"

giovedì 17 ottobre 2019

NAPOLI - Aurelio De Laurentiis non le manda a dire, come nel suo consueto stile, e punzecchia alcuni dei suoi giocatori, da qualche tempo un po’ inquieti tra scelte tecniche di Ancelotti e sirene di mercato: “Il problema di Insigne e di Raiola non lo risolve De Laurentiis, ma lo deve risolvere Insigne in primis, che deve capire da grande cosa vuole fare – le parole del presidente del Napoli a proposito del capitano, scontento per alcune scelte di Ancelotti - ha sempre avuto un atteggiamento di scomodità a Napoli. Bisogna che lui si tranquillizzi e diventi una persona più serena. Ma è un problema suo, non glielo può risolvere né Raiola né Ancelotti. E' un grandissimo calciatore e può essere più in forma o meno in forma. Se è meno in forma, a giudizio dell'allenatore che non lo utilizza, non può uscire con battute o atteggiamenti quasi di sfida. L'allenatore è un padre di famiglia, ha 60 anni e non ti manda a quel paese perché ha tre volte la tua età”.

De Laurentiis e il futuro di Mertens e Callejon

Poi, sul corteggiamento di club cinesi per Mertens e Callejon dice senza mezze misure: “Se poi qualcuno vuole andare a fare le marchette in Cina perché strapagato, per vivere due o tre anni di m...., è un suo problema”. Poi De Laurentiis sgombera ogni dubbio sulla sua stima per Ancelotti: “Ho un allenatore molto bravo, c'è un rapporto amichevole, stima reciproca. Ho sentito e letto di tutto e di più, che io avrei litigato con Ancelotti, ma ho sempre detto che può restare qui anche dieci anni. Io sono per la continuità”. Infine, sul futuro di Fabian Ruiz: “Real e Barcellona lo vogliono? Non bisogna affezionarsi, io sono rimasto affezionato all'uomo Koulibaly e non l'ho venduto neanche a 105 milioni, ma arriverà un momento in cui saremo costretti a venderli”.

De Laurentiis napoli Insigne Mertens

Caricamento...