Tuttosport.com

Napoli, contestazione dei tifosi al San Paolo:
0

Napoli, contestazione dei tifosi al San Paolo: "Mercenari"

Circa 150 ultras partenopei protestano davanti allo stadio in vista dell'allenamento della squadra di Ancelotti. Esposto uno striscione con la scritta "rispetto"

giovedì 7 novembre 2019

NAPOLI – Scoppia la contestazione a Napoli dopo gli ultimi risultati deludenti della formazione di Ancelotti, settima in campionato e reduce dalla sconfitta con la Roma e da polemiche interne tra giocatori, allenatore e società. Circa 150 tifosi partenopei hanno manifestato all'esterno della rampa d'accesso dello stadio San Paolo poco prima dell'allenamento della squadra, aperto agli abbonati, ma non alla stampa. Uno striscione con la scritta “rispetto!” è stato esposto davanti all’ingresso da cui entrano i calciatori, intorno alle 14.45. Tra i cori intonati dagli ultrà i più gettonati sono “meritiamo di più” e “siete voi, siete voi, giocatori mercenari siete voi”. Contestato anche il presidente: "De Laurentiis, stai vincendo solo tu".

I tifosi del Napoli accusano i calciatori

"Napoli siamo noi" hanno urlato i tifosi in strada, lanciando anche qualche petardo e accendendo fumogeni. Il principale bersaglio delle proteste sono i calciatori, accusati di essere senza attributi. La contestazione fuori dallo stadio si è conclusa dopo una ventina di minuti, intorno alle 15.07. Tra gli altri cori che si sono sentiti anche "solo la maglia" e "mettete in campo la Primavera". Il gruppo dei contestatori si è poi spostato lungo il perimetro dello stadio, sorvegliato dalle forze dell'ordine, mentre i calciatori sono arrivati a bordo della proprie autovetture o con i taxi, entrando direttamente allo stadio San Paolo senza fermarsi.

Napoli, fischi a Mertens, Insigne e Callejon

Fischi e urla di contestazione nei confronti dei calciatori anche all'allenamento del Napoli, a porte aperte per gli abbonati allo stadio San Paolo. Nel pieno caos dei rapporti tra club e calciatori, dopo la ribellione contro il ritiro imposto dal presidente De Laurentiis, sono circa un centinaio, su circa diecimila, gli abbonati che sono in tribuna per l'inizio della sessione di allenamento, a quanto si apprende da testimoni sugli spalti del San Paolo, visto che l'allenamento è chiuso alla stampa. I calciatori sono entrati in campo cominciando subito l'allenamento, senza rivolgere un saluto ai tifosi che li fischiavano. Durante l'allenamento ad ogni tocco di palla di Insigne, Mertens, Callejon partono fischi e urla "vai via, vai via".

napoli Ancelotti

Caricamento...