Spalletti: "Basta pensare al Verona. Koulibaly? Mi incateno per tenerlo"

Le parole del tecnico del Napoli sul palco di Dimaro: "Rinnovo di Insigne? Sono ottimista. Lasciamolo parlare con De Laurentiis"

Spalletti: "Basta pensare al Verona. Koulibaly? Mi incateno per tenerlo"© FOTO MOSCA

DIMARO - "Verona? Bisogna farla finita con questa partita, abbiamo già dato con rabbia e delusione e portarsela dietro vuol dire darle ulteriore forza. Le partite passano per non ripassare più, se una la perdiamo è meglio andare a quella successiva. E questo lo devono avere chiaro i calciatori. Bisogna sfruttare il tempo che abbiamo davanti. Se non sai gestire le pressioni, non sai gestire le vittorie. Nel calcio non si può sempre vincere, le sconfitte creano i presupposti di crescita e si va avanti.". Sono le parole di Luciano Spalletti dal palco di Dimaro, in un botta e risposta con i tifosi. Il tecnico invita tutti a guardare avanti e a superare l'1-1 col Verona all'ultima giornata che ha condannato il Napoli alla mancata qualificazione in Champions. 

Napoli: Spalletti show in allenamento, Giuntoli osserva in panchina
Guarda la gallery
Napoli: Spalletti show in allenamento, Giuntoli osserva in panchina

Spalletti su Koulibaly e Insigne

Si è parlato poi del mercato: "Per affrontare più competizioni nella stessa stagione e le difficoltà che possono succedere, bisogna avere un gruppo di 20 calciatori più tre portieri. A volte una piccola difficoltà, un piccolo risultato fa la differenza per il raggiungimento di un traguardo. Koulibaly incedibile? Datemi qualcosa a cui incatenarmi e lo faccio pur di tenerlo...".  Domande anche sul futuro del capitano Lorenzo Insigne: "Si devono incontrare il presidente e Lorenzo. Io sono convinto che due personalità così spiccate, quando si parleranno, troveranno un punto da dove poter ripartire. Aspettiamo questo incontro e poi sentiamo cosa si dicono. È chiaro che l'occasione fa l'uomo ladro e i contratti e il calciomercato fanno il calciatore scontento o distratto. Non facciamo troppi discorsi. Problemi ad oggi non ce ne sono, più che darsi appuntamento e parlare per adesso non possono fare altro. Io sono ottimista. Vediamo cosa si diranno. Io sono consapevole di avere a disposizione una squadra forte, vorrei avere calciatori più forti possibile, perché più forza abbiamo, più risultati arrivano.". 

Le parole di Politano e Zielinski

Sul palco insieme a Spalletti anche Matteo Politano e Piotr Zielinski, che hanno risposto ad alcune domande. "Sono più deluso per la mancata qualificazione in Champions che per la mancata convocazione agli Europei? - dice il primo - Ce l'abbiamo messa tutta, purtroppo non siamo riusciti ad arrivare dove meritavamo di essere, c'è tanta delusione ma ci rifaremo. Cercheremo di arrivare il più lontano possibile in tutte le competizioni: vogliamo tornare fra le prime 4 in campionato e puntiamo tanto su Europa League e Coppa Italia.". Zielinski invece ha parlato di scudetto e dei tifosi: "Mi sento pronto a dare tutto il possibile per fare bene per la squadra e realizzare il sogno di tutti perché vincere lo scudetto è un sogno. Abbiamo sentito la mancanza dei tifosi, speriamo che tornino allo stadio e tutti insieme faremo grandi risultati. Pochi gol nella scorsa stagione? Posso e devo fare di più dal punto di vista realizzativo, so di avere margini di miglioramento e facendo più gol e piu' assist la squadra sarà più in alto in classifica.".

Napoli, Emerson Palmieri spinge per tornare in Italia
Guarda il video
Napoli, Emerson Palmieri spinge per tornare in Italia

Attiva ora DAZN in offerta speciale fino al 28 luglio per 14 mesi a a 19,99€ al mese, invece di 29,99€ al mese

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...