Spalletti: "Basta pensare al Verona. Koulibaly? Mi incateno per tenerlo"

Le parole del tecnico del Napoli sul palco di Dimaro: "Rinnovo di Insigne? Sono ottimista. Lasciamolo parlare con De Laurentiis"
Spalletti: "Basta pensare al Verona. Koulibaly? Mi incateno per tenerlo"© FOTO MOSCA

DIMARO - "Verona? Bisogna farla finita con questa partita, abbiamo già dato con rabbia e delusione e portarsela dietro vuol dire darle ulteriore forza. Le partite passano per non ripassare più, se una la perdiamo è meglio andare a quella successiva. E questo lo devono avere chiaro i calciatori. Bisogna sfruttare il tempo che abbiamo davanti. Se non sai gestire le pressioni, non sai gestire le vittorie. Nel calcio non si può sempre vincere, le sconfitte creano i presupposti di crescita e si va avanti.". Sono le parole di Luciano Spalletti dal palco di Dimaro, in un botta e risposta con i tifosi. Il tecnico invita tutti a guardare avanti e a superare l'1-1 col Verona all'ultima giornata che ha condannato il Napoli alla mancata qualificazione in Champions. 

Napoli: Spalletti show in allenamento, Giuntoli osserva in panchina
Guarda la gallery
Napoli: Spalletti show in allenamento, Giuntoli osserva in panchina

Spalletti su Koulibaly e Insigne

Si è parlato poi del mercato: "Per affrontare più competizioni nella stessa stagione e le difficoltà che possono succedere, bisogna avere un gruppo di 20 calciatori più tre portieri. A volte una piccola difficoltà, un piccolo risultato fa la differenza per il raggiungimento di un traguardo. Koulibaly incedibile? Datemi qualcosa a cui incatenarmi e lo faccio pur di tenerlo...".  Domande anche sul futuro del capitano Lorenzo Insigne: "Si devono incontrare il presidente e Lorenzo. Io sono convinto che due personalità così spiccate, quando si parleranno, troveranno un punto da dove poter ripartire. Aspettiamo questo incontro e poi sentiamo cosa si dicono. È chiaro che l'occasione fa l'uomo ladro e i contratti e il calciomercato fanno il calciatore scontento o distratto. Non facciamo troppi discorsi. Problemi ad oggi non ce ne sono, più che darsi appuntamento e parlare per adesso non possono fare altro. Io sono ottimista. Vediamo cosa si diranno. Io sono consapevole di avere a disposizione una squadra forte, vorrei avere calciatori più forti possibile, perché più forza abbiamo, più risultati arrivano.". 

Le parole di Politano e Zielinski

Sul palco insieme a Spalletti anche Matteo Politano e Piotr Zielinski, che hanno risposto ad alcune domande. "Sono più deluso per la mancata qualificazione in Champions che per la mancata convocazione agli Europei? - dice il primo - Ce l'abbiamo messa tutta, purtroppo non siamo riusciti ad arrivare dove meritavamo di essere, c'è tanta delusione ma ci rifaremo. Cercheremo di arrivare il più lontano possibile in tutte le competizioni: vogliamo tornare fra le prime 4 in campionato e puntiamo tanto su Europa League e Coppa Italia.". Zielinski invece ha parlato di scudetto e dei tifosi: "Mi sento pronto a dare tutto il possibile per fare bene per la squadra e realizzare il sogno di tutti perché vincere lo scudetto è un sogno. Abbiamo sentito la mancanza dei tifosi, speriamo che tornino allo stadio e tutti insieme faremo grandi risultati. Pochi gol nella scorsa stagione? Posso e devo fare di più dal punto di vista realizzativo, so di avere margini di miglioramento e facendo più gol e piu' assist la squadra sarà più in alto in classifica.".

Napoli, Emerson Palmieri spinge per tornare in Italia
Guarda il video
Napoli, Emerson Palmieri spinge per tornare in Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...