Spalletti: "Bravo Napoli. Insigne? Ancora importante"

Il tecnico azzurro soddisfatto dopo l'1-0 rifilato alla Sampdoria: "Buonissima prova, non potevamo fallire"
Spalletti: "Bravo Napoli. Insigne? Ancora importante"© LAPRESSE

NAPOLI - Tornato in panchina dopo la positività al Covid, Luciano Spalletti può festeggiare grazie al gol di Petagna che ha steso la Sampdoria decidendo la sfida del 'Diego Armando Maradona'. Ed è visibile la sua soddisfazione quando si presenta ai microfonisubito dopo il match: "La mia esultanza? È stata per la squadra - ha detto il tecnico azzurro -, perché venivamo da un momento particolare e soprattutto in casa abbiamo lasciato indietro tanta roba. Ora recuperare punti è dura e non possiamo mai fallire. Quando poi ti succede più di una cosa ci si abitua ed è difficile avere il rimbalzo, la reazione forte".

Gli elogi per Insigne e Lobotka

Un pensiero per capitan Insigne, fresco di firma con il Toronto (dove andrà in estate) e applaudito dai tifosi mentre usciva infortunato dal campo: "Ai tifosi del Napoli non bisogna raccontare niente - ha commentato Spalletti -, sanno valutare il comportamento di un calciatore. Hanno avuto tanti anni per testare l'uono Insigne e la loro reazione dipende da questa conoscenza. Per noi è un giocatore importante, anche oggi non avevamo tanti cambi nel reparto offensivo e poter contare su Insigne da qui alla fine del campionato ci aiuterà molto". Poi elogi speciali per Lobotka: "Sta crescendo molto e può diventare per il Napoli quello che era Jorginho".

Il Napoli torna alla vittoria con super Petagna: Insigne ko
Guarda la gallery
Il Napoli torna alla vittoria con super Petagna: Insigne ko

Promossa la squadra

Tanti gli applausi riservati ai suoi durante il match: "La squadra mi è piaciuta, non era una partita facile - ha proseguito il tecnico -.  La Sampdoria ha tenuto un comportamento difensivo compatto e trovare spazio era difficile. La nostra è stata una buonissima prestazione, abbiamo quasi sempre costruito e fatto vedere anche una discreta qualità fino al limite dell'area avversaria, creando presupposti importanti. Poi c'era da fare bene la marcatura preventiva sulla loro riconquista di palla e siamo stati bravi ad aggredirli per riprenderla subito".

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...