Tuttosport.com

Parma, Munari appende gli scarpini al chiodo: diventa osservatore
© Getty Images
0

Parma, Munari appende gli scarpini al chiodo: diventa osservatore

Lo ha comunicato lo stesso ex calciatore in conferenza stampa: "Volevo dire grazie, di cuore, a tutti voi. Ma anche a me per non aver mai mollato, non lo farò neanche in questa veste". Faggiano: "Affianca me e il mio staff nella parte tecnica di scouting, è un gruppo che si sta formando"

giovedì 14 novembre 2019

PARMA - Gianni Munari dice "basta". Il centrocampista del Parma, ormai ex, appende gli scarpini al chiodo per entrare nell'area scouting come osservatore. “Ormai mi sono mentalizzato per questa nuova strada da intraprendere - ha spiegato Munari in conferenza stampa - per me è una grossa fortuna essere qui e poter dare l’addio, non è da tutti, è un motivo di orgoglio questo. Ho passato un anno un po’ pesante a livello di infortuni, soprattutto con le ginocchia, è stato anche un fattore fisico che mi ha dato la consapevolezza di smettere ed avere poi questa opportunità da parte della società". “Sto andando in giro a vedere partite - ha proseguito - è l’inizio per me, cerco solo di interpretare al meglio quello che mi si chiede, di capire quello che fanno Faggiano e De Vito ai quali sono al fianco, è una mole di lavoro importante, a livello mentale non è per tutti, cerco di imparare al meglio”.

Faggiano: "Munari ci ha aiutato a tornare in alto" 

“Oggi è una conferenza stampa atipica, non sono abituato e chi ho di fianco neanche. Questo è un annuncio che chi fa questo lavoro vorrebbe non si dovesse fare mai, invece sono qui a parlare di una dismissione, ma subito dopo di un’assunzione:Gianni Munari da qualche giorno affianca me e il mio staff nella parte tecnica di scouting; è un gruppo che si sta formando, cresciamo tutti insieme per aumentare le nostre conoscenze, siamo una famiglia che impara l’uno dall’altro.Gianni oltre che calciatore è un ragazzo al quale tengo da sempre, ho fatto di tutto per averlo qui in Lega Pro, ci ha dato quella mano per fare sì che il Parma tornasse dove meritava. Da parte mia, di Pizzarotti e dei soci Malmesi, Gandolfi, Barilla, Del Rio, Dallara e Ferrari diremo sempre grazie a Gianni così come lui ringrazia noi: ci siamo completati.Sono emozionato, Gianni sta con me da un paio di giorni, vedo la sua rabbia positiva per il fatto che smette di giocare: in questi giorni ho fatto di niente, lui meno, vedo che ci pensa e non è semplice perchè ha vissuto il mondo del calcio con una certa determinazione, ha lasciato il segno dovunque è andato, ha vinto 8 campionato di B e giocato in A; con il direttore De Vito abbiamo cercato di stemperare, ora vedrà cose dall’altra parte che magari prima gli potevano sembrare strane.Sono dunque qui per dire che Munari farà parte ancora della famiglia Parma: mi spiace ma sono contento” ha concluso Faggiano.

parma munari

Caricamento...