Tuttosport.com

Cento volte Garcia: «Roma, fammi un regalo»

Domani, in Champions League contro il Bate Borisov, l'allenatore raggiungerà il traguardo di 100 panchine con i giallorossi: «Il mio entusiasmo non è cambiato»twitta

lunedì 28 settembre 2015

MINSK (BIELORUSSIA) - «Il Bate Borisov è abituata a giocare in Champions League, ha quasi in mano il titolo nazionale e può concentrarsi solo sull'Europa. Troveremo un ambiente caldo, uno stadio tutto a supporto della squadra di casa, ma per noi non cambia nulla. Nonostante le assenze arriviamo qua con l'ambizione di vincere, vogliamo passare il turno e giocheremo al massimo per fare un risultato positivo». Nonostante le tante assenze e la rosa ridottissima (solo 16 i calciatori portati in Bielorussia), Rudi Garcia è fiducioso sulle possibilità della Roma domani sera in casa del Bate Borisov (segui la diretta di Tuttosport.com a partire dalle 20.45): serve una vittoria per sfruttare al massimo il punto guadagnato contro il Barcellona all'esordio. «Abbiamo lottato tutta la scorsa stagione per esserci. Abbiamo iniziato bene col Barcellona, ma è importante avere continuità in questa sorta di mini campionato che è il girone», ha detto l'allenatore.

FOTO - TOTTI INFORTUNATO, EMERGENZA ROMA

CENTO VOLTE GARCIA - Per Garcia la sfida di domani sarà centesima panchina giallorossa: «Sinceramente non sapevo di questa statistica, io però non sono uno che guarda al passato o al futuro, penso solo al presente. Mi concentro sulle cose del momento. Di certo non ho cambiato idea da quando sono arrivato: ho entusiasmo e sono molto fiero di essere alla guida di questa squadra che ha sempre l'obiettivo di vincere giocando bene. Adesso che so di questa cosa però dico ai ragazzi che mi aspetto un bel regalo domani».

VIDEO - GARCIA: «SIAMO AMBIZIOSI»

NAINGGOLAN - Accanto a Garcia, in conferenza stampa, c'è Radja Nainggolan. Il mediano, complice l'arretramento in difesa di De Rossi e lo stop di Keita, è chiamato agli straordinari. «Ma io sono uno che vuole giocare sempre, non penso mai alla stanchezza. Certo, sono un essere umano e a volte si fa sentire...», ammette il belga, prima di essere simpaticamente corretto da Garcia: «Non sei un robot tu?». In realtà anche Nainggolan avrebbe bisogno di rifiatare, ma al momento non è possibile: «Allora speriamo recuperino presto i miei compagni così una volta mi riposo anche io...». E tra quelli finiti in infermeria c'è anche Totti, descritto da alcuni non proprio di ottimo umore. «Penso che infortunarsi non è una cosa bella, tutti sarebbero un po' tristi - ribatte però il centrocampista -. Lui comunque è sempre allegro e ottimista, e adesso è molto più concentrato sul fatto che deve rientrare il prima possibile perché si sente ancora un giocatore importante».

VIDEO - NAINGGOLAN: IO REGISTA? SONO A DISPOSIZIONE

 

Tags: Champions LeagueRomaGarciaBate BorisovNainggolan

Tutte le notizie di Roma

Approfondimenti

Commenti