Monchi esalta Cristiano Ronaldo: «Ora sì che è il vero CR7»

Il ds della Roma: «È stato necessario un periodo di adattamento, ma adesso è lo stesso del Real»

ROMA - "A livello di motivazioni, la Roma c'è al 100%". Dopo la sconfitta con l'Udinese, la Roma prova a rilanciarsi in Champions League, dove domani sera sfiderà il Real Madrid per mettere al sicuro un posto negli ottavi di finale. Ai microfoni di Marca, il direttore sportivo dei giallorossi, Monchi, assicura che i Blancos troveranno di fronte una squadra motivata al massimo. "L'anno scorso e' stato magnifico, quest'anno abbiamo fatto molti cambiamenti e ci e' servito del tempo per trovare la strada giusta - spiega il dirigente spagnolo - Ora siamo più vicini a quello che vogliamo. La squadra si conosce meglio e stiamo raggiungendo un buon livello. Che partita mi aspetto domani? Totalmente diversa da quella del Bernabeu, una gara in cui non soffriremo tanto e dove la Roma sia la squadra dell'ultimo anno e mezzo in Champions nelle sue partite in casa. Una squadra che domina, con la mentalità vincente. Vorrei vedere una squadra ambiziosa, che giochi faccia a faccia con il Real".

Monchi è rimasto sorpreso da come la Roma ha mollato nella sfida di andata: "E' qualcosa di cui abbiamo parlato in privato nello spogliatoio. Abbiamo avuto problemi di infortuni che non ci aspettavamo. Contro la Roma si è visto un Real molto completo. Il Real? Sta recuperando tranquillità e giocatori infortunati. Li vedo più tranquilli, meno offuscati che nelle ultime partite. Le qualità le hanno, devono solo trovare la strada giusta". Considerato Benzema il giocatore più pericoloso delle 'Merengues', Monchi non si pone limiti in Champions dopo la semifinale della passata stagione: "Prima dobbiamo superare il girone, poi i club che ambiscono a essere grandi non si pongono obiettivi. Una volta raggiunto il massimo livello, si può arrivare ovunque". Sul progetto Roma: "Per l'importanza, il tifo, essere la capitale d'Italia, l'intenzione è avere un progetto vincente. Tutti i processi vanno portati avanti un passo alla volta e l'anno scorso ne abbiamo fatti già di importanti. Abbiamo sempre bisogno di tempo. Abbiamo una delle rose piu' giovani d'Italia e della Champions. Pensiamo al presente e al futuro". (in collaborazione con Italpress)

RONALDO - Una battuta, infine, su un ex Real come Cristiano Ronaldo: "E' stato necessario un periodo di adattamento anche per lui. Ora stiamo vedendo il vero Ronaldo. Un giocatore determinante, è contento con la Juve. E' lo stesso Cristiano, ma con una maglia diversa".

Monchi: "Arbitri italiani i migliori"
Guarda il video
Monchi: "Arbitri italiani i migliori"

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...