Tuttosport.com

Roma, Fonseca: "Siamo tutti uniti, serve coraggio nelle mie squadre"

0

L'allenatore giallorosso alla vigilia della trasferta con l'Atalanta: "E' una partita molto difficile. Mancini centrocampista? E' una possibilità, ma non dobbiamo cambiare il nostro credo"

Roma, Fonseca:
© LAPRESSE
venerdì 14 febbraio 2020

ROMAPaulo Fonseca, alla prese con la crisi della sua Roma, si presenta in conferenza stampa con la consueta serenità, anche se domani sera i giallorossi se la vedranno con l’Atalanta, a Bergamo, in un vero e proprio spareggio Champions: “E’ una partita molto difficile – spiega Fonseca - l’Atalanta è una grandissima squadra, molto aggressiva in difesa e con qualità in attacco. Attaccano in un modo particolare, hanno grandi giocatori e un grande allenatore. Sarà sicuramente una delle partite più difficili che abbiamo”.

Fonseca: "Mancini centrocampista? Si può fare"

Fonseca non esclude qualche cambiamento tattico domani sera a Bergamo: “Abbiamo già cambiato in altre partite, ma l’importante è non cambiare il nostro credo, i principi della squadra. Dopo due sconfitte è stato messo tutto in dubbio. Quando crediamo nel nostro lavoro, e abbiamo visto tante buone partite della squadra, capiamo che non era tutto male e abbiamo fatto anche bene. Mancini centrocampista? E’ una forte possibilità. Abbiamo fatto buone partite con grande equilibrio con Mancini come centrocampista”. L’allenatore romanista, dopo le parole di fuoco del ds Petrachi, allontana ogni polemica: “In questo momento non c’è un problema, non ci sono divisioni, siamo tutti insieme e lavoriamo per fare una buona partita domani”.

Fonseca e il coraggio con la Juve

Interpellato sul rendimento non eccelso di Kluivert e Ünder, il tecnico giallorosso dice la sua: “E’ vero che Kluivert, dopo l’infortunio, non è stato più come nella prima parte di stagione. Ünder, dopo l’infortunio di Zaniolo, ha fatto un paio di buone partite, ma dopo due sconfitte non si parla di uno o due giocatori, ma di tutti. In questo momento abbiamo bisogno di esperienza nella squadra. Per i giovani è più difficile un momento come questo”. Il coraggio, nelle ultime due partite, sembra essere venuto meno nella Roma: “Per giocare in una mia squadra devi avere sempre coraggio – spiega Fonseca - questa squadra lo ha avuto anche quando abbiamo perso, potrei parlare di diverse partite dove questo è accaduto. Contro la Juventus, per esempio, abbiamo preso gol in 8 minuti. Contro la Juventus ne puoi prendere 4 o 5 se continui così e lì c’è stato coraggio. Idem col Torino. Penso che l’ultima partita (persa con il Bologna, n.d.r.) sia derivata da quella col Sassuolo, la squadra l’ha accusata molto. E’ stato un problema derivante da lì. Io, che ho giocato a calcio, capisco bene quando questo accade”.

L'ipotesi del Var Challenge

Sulla possibilità di introdurre il Var Challenge (chiamata a richiesta dalle due squadre), Fonseca spiega: "Sono sempre a favore di tutto quello che possa migliorare il calcio. Devo confessare che non ho capito bene questa questione. Ho dubbi sui dettagli ed è meglio aspettare per poter parlare di questa questione".

Fonseca Roma

Caricamento...