Roma, Fonseca avanti da separato in casa

Caos a Trigoria dopo l'episodio dei 6 cambi con lo Spezia: via Gombar e Zubiria, il mercato resta in stand-by

Roma, Fonseca avanti da separato in casa© LAPRESSE

ROMA - Avanti senza convinzione. La fiducia a tempo concessa a Fonseca rischia seriamente di trasformarsi in una non fiducia. Il portoghese è stato confermato, almeno sino a sabato quando ritroverà lo Spezia che, senza titolari, lo ha estromesso dalla Coppa Italia. Il momento è delicato. Sia per l'inattesa sconfitta - seguita alla batosta nel derby - che per la figuraccia internazionale rimediata con la questione delle sei sostituzioni che ha provocato reazioni di scherno in tutto il mondo. A pagare, intanto, il team manager Gombar (al suo posto Valerio Cardini) e il Global Sport Officer Zubiria, entrambi sollevati dai rispettivi incarichi.

Roma, Paulo Fonseca rimane in panchina
Guarda il video
Roma, Paulo Fonseca rimane in panchina

Paulo Fonseca invece resta al suo posto. Il motivo è semplice: il sostituto per ora non c'è. Soprattutto perché l'Allegri o il Sarri di turno (forse soltanto Luciano Spalletti potrebbe adeguarsi) chiederebbero investimenti che sia il tempo ridotto per il mercato (una decina di giorni) che la poca liquidità in cassa, non permettono. I Friedkin, infatti, non hanno intenzione di spendere in questo periodo. Hanno ereditato da Pallotta 204 milioni di perdite e quasi 400 di debiti. Vogliono, dunque, cedere giocatori e non acquistarli, oltre a tagliare il monte ingaggi.

Roma da dimenticare: doppio rosso in 1', addio Coppa Italia
Guarda la gallery
Roma da dimenticare: doppio rosso in 1', addio Coppa Italia

Destino segnato

Se non ora, tuttavia il destino di Fonseca sembra segnato. La nuova proprietà vuole cambiare: meglio però farlo a fine campionato. Molto dipenderà dalle prossime gare. In caso di debacle, non si escludono ribaltoni. I nomi sono i soliti. La prima scelta della proprietà rimane, come in estate, Allegri. È l’obiettivo per il rilancio. Ma su Max ora è piombato il Chelsea. Da prendere soltanto se la situazione implodesse - considerando anche la rosa costruita per giocare con la difesa a tre - c’è Mazzarri, forse l'unico disposto ad accettare il semestrale con opzione. Sarri è invece un'opportunità [...]

Leggi l'articolo completo sull'edizione digitale di Tuttosport

Abbonati a Tuttosport

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti