Inzaghi dopo Salernitana-Sampdoria: "Dia fuori? Se lo porto in panchina..."

Il tecnico granata commenta così il successo contro i blucerchiati di Pirlo che vale l'accesso agli ottavi di finale contro la Juventus all'Allianz Stadium: ecco le sue parole
Inzaghi dopo Salernitana-Sampdoria: "Dia fuori? Se lo porto in panchina..."© Getty Images

SALERNO - Poker e ottavi di finale di Coppa Italia contro la Juventus, Filippo Inzaghi lancia la sua Salernitana dopo il netto successo contro la Sampdoria di Pirlo. Questa l'analisi del tecnico granata a fine match: "Sono contento per i ragazzi, avevamo bisogno di una vittoria dopo un periodo negativo. Nelle ultime 24 partite la Salernitana ne ha vinte 4. Non voglio alibi, ma questo 4-0 ci fa ben sperare per il futuro e chi ha giocato meno ha dato risposte. Al di là del valore dell'avversario e del punteggio largo credo che sia l'atteggiamento a fare la differenza. Negli scontri diretti sarà importante pressare alto e cercare di giocare a pallone". Molto bene l'attacco, nonostante l'assenza di Dia: "Ikwuemesi è stato fermo un mese e dopo sessanta minuti non si reggeva in piedi. Tchaouna con me ha fatto tre partite su tre, mi piace molto perchè ha intrapredenza che va abbinata a concretezza. Sono contento che dopo il gol sia venuto da me perchè lo carico tutti i giorni, intravedo delle potenzialità in lui e in altri giocatori che vanno solo sostenuti. Anche Simy e Cabral si sono fatti trovare pronti. Arriviamo al derby nel modo giusto".

Inzaghi e le condizioni di Dia

Su Dia, Inzaghi chiarisce: "Ha avuto un piccolo affaticamento. E poi se lo porto in panchina mi viene la tentazione di schierarlo. Ho avuto ottime risposte dai calciatori che hanno giocato in attacco, per il modulo vedremo. Se contro una big come il Napoli avremo l'atteggiamento giusto potrei proporre il tridente, l'importante è che tutti corrano e che siano sempre in movimento". Derby nel prossimo impegno di campionato con emergenza in difesa: "Intanto dobbiamo recuperare Daniliuc. Domani anche Fazio si allenerà con il gruppo e credo che farà parte della partita. Bronn si è fatto trovare pronto e sono molto soddisfatto dell'atteggiamento generale. Peccato solo per la squalifica di Gyomber".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le idee tattiche per la Salernitana

Nuove idee di modulo, Inzaghi spiega: "Questa squadra, purtroppo, ha preso tanti gol sia schierandosi a 4, sia schierandosi a 3. A me tocca fare una serie di valutazioni per dare equilibrio e per proporre un calcio che possa divertire e trascinare la gente. Ho trovato una situazione difficile, lo sapevo, ma posso assicurarvi che i nostri difensori sono ottimi giocatori che vanno solo messi nelle condizioni di esprimersi al meglio. Io credo che dobbiamo fare un lavoro importante soprattutto negli altri reparti. Se gli attaccanti e i centrocampisti presseranno sempre come questa sera andando incontro senza paura al portatore di palla avversario sono convinto che ne trarrà beneficio tutta la squadra. Non prendere gol dà sempre fiducia e recuperare elementi in vista di sabato mi rasserena ulteriormente".

Inzaghi parla ai tifosi della Salernitana

Unaparola per Maggiore: "E' una mezzala e non si discute. Contro il Cagliari ho dovuto fare di necessità virtù e l'ho schierato davanti la difesa. Nelle mie squadre ci sarà sempre un centrocampista di qualità dedito alla costruzione del gioco, in questo momento faccio scelte di un certo tipo perchè alcune cose non possiamo permettercele. Ma Maggiore è un calciatore bravo, è il classico elemento che può garantirmi 5-6 gol a stagione. E per raggiungere il nostro obiettivo e coronare il sogno salvezza ci sarà bisogno anche di lui". Poi la chiusura sui tifosi: "Vanno riconquistati con gli atteggiamenti, prima ancora che con i risultati. Non mi arrabbierò mai se subiremo gol per colpa di un passaggio sbagliato, abbiamo l'obbligo di proporre un certo tipo di calcio perchè la gente viene allo stadio e s'aspetta tanto da noi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SALERNO - Poker e ottavi di finale di Coppa Italia contro la Juventus, Filippo Inzaghi lancia la sua Salernitana dopo il netto successo contro la Sampdoria di Pirlo. Questa l'analisi del tecnico granata a fine match: "Sono contento per i ragazzi, avevamo bisogno di una vittoria dopo un periodo negativo. Nelle ultime 24 partite la Salernitana ne ha vinte 4. Non voglio alibi, ma questo 4-0 ci fa ben sperare per il futuro e chi ha giocato meno ha dato risposte. Al di là del valore dell'avversario e del punteggio largo credo che sia l'atteggiamento a fare la differenza. Negli scontri diretti sarà importante pressare alto e cercare di giocare a pallone". Molto bene l'attacco, nonostante l'assenza di Dia: "Ikwuemesi è stato fermo un mese e dopo sessanta minuti non si reggeva in piedi. Tchaouna con me ha fatto tre partite su tre, mi piace molto perchè ha intrapredenza che va abbinata a concretezza. Sono contento che dopo il gol sia venuto da me perchè lo carico tutti i giorni, intravedo delle potenzialità in lui e in altri giocatori che vanno solo sostenuti. Anche Simy e Cabral si sono fatti trovare pronti. Arriviamo al derby nel modo giusto".

Inzaghi e le condizioni di Dia

Su Dia, Inzaghi chiarisce: "Ha avuto un piccolo affaticamento. E poi se lo porto in panchina mi viene la tentazione di schierarlo. Ho avuto ottime risposte dai calciatori che hanno giocato in attacco, per il modulo vedremo. Se contro una big come il Napoli avremo l'atteggiamento giusto potrei proporre il tridente, l'importante è che tutti corrano e che siano sempre in movimento". Derby nel prossimo impegno di campionato con emergenza in difesa: "Intanto dobbiamo recuperare Daniliuc. Domani anche Fazio si allenerà con il gruppo e credo che farà parte della partita. Bronn si è fatto trovare pronto e sono molto soddisfatto dell'atteggiamento generale. Peccato solo per la squalifica di Gyomber".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Inzaghi dopo Salernitana-Sampdoria: "Dia fuori? Se lo porto in panchina..."
2
Le idee tattiche per la Salernitana