Tuttosport.com

Sampdoria, Sakic: «Peccato. Decisivo il rosso a Eder»

Il tecnico vice di Mihajlovic: «Il 4-0 contro l'Inter è bugiardo perchè sembra quasi che la gara non ci sia stata, invece abbiamo avuto tante occasioni per segnare sbagliando anche un rigore. Handanovic migliore in campo»twitta

domenica 13 aprile 2014

GENOVA - Poker dell'Inter a Marassi ai danni della Sampdoria. Un risultato pesante, mal digerito da Nenad Sakic, che non pensa di meritarlo: «E' un punteggio ingiusto perché sembra quasi che la gara non ci sia stata - ha dichiarato a caldo il vice di Mihajlovic - invece noi abbiamo giocato la nostra gara e abbiamo avuto tante occasioni per segnare sbagliando anche un rigore. Il momento decisivo della gara è stata l'espulsione di Eder perché è difficile giocare in 10 soprattutto contro una squadra come l'Inter. Il giocatore è stato ingenuo e ha pagato anche una certa maggior esperienza di Samuel nella situazione. Poi dopo il secondo gol dell'Inter non c'è stata più partita. Handanovic secondo me è stato il migliore in campo con tre-quattro interventi incredibili».

 

 

CASO ICARDI - Sulla querelle tra Maxi Lopez e Icardi, con quest'ultimo protagonista di un episodio offensivo nei confronti dei tifosi doriani, questo il pensiero di Sakic: «Icardi? Questo gesto nei confronti dei suoi ex tifosi e contro la sua ex società, che lo ha fatto crescere, dimostra la persona che è. Non è il modo di comportarsi. Per il resto, queste cose non ci riguardano, ma riguardano solo i diretti interessati. Noi abbiamo preparato la gara come sempre».

Tutte le notizie di Sampdoria

Approfondimenti

Commenti