Tuttosport.com

Zenga sfida Mancini: «Non è gara normale»
© www.imagephotoagency.it

Zenga sfida Mancini: «Non è gara normale»

Il tecnico della Samp: «Lui gioca a nascondino, per cui lo faccio anche io»twitta

sabato 3 ottobre 2015

GENOVA - "Non avrei rispetto dell'Inter e dei miei tifosi se dicessi che questa è una partita come le altre". Lo dice Zenga alla vigilia di Samp-Inter. Il tecnico entra nel dettaglio: Questa non è una partita normale, ma io sono legato alla Samp. Questo è un punto d'arrivo per me. Sarà bello incontrare Mancini. Siamo molto amici. Nell'84' la prima partita, poi tante altre. A Genova ha fatto il calcio". Carte coperte sulla formazione. "Ivan e Muriel sono convocati Non svelo niente. Mancini gioca a nascondino, per cui lo faccio anche io".

CASSANO CRESCE - "Cassano è stato portato indietro per un motivo: lui è il calcio. Ha carisma e vede il passaggio dove gli altri manco lo immaginano. Può giocare da subito, per noi è importante. Si avvicina sempre più al 100%. Ci divertiremo. Ci ha già dato una bella gioia contro la Roma".

Tutte le notizie di Sampdoria

Approfondimenti

Commenti