Sampdoria, un direttore sportivo è di troppo: Osti via

Il dirigente è vicinissimo all'addio dopo dieci anni in blucerchiato: tornerà in coppia con Pecini, stavolta allo Spezia
Sampdoria, un direttore sportivo è di troppo: Osti via© /Ag. Aldo Liverani Sas

GENOVA -Diceva Paolo Mantovani che nelle società di calcio quelli che comandano devono essere sempre in un numero dispari inferiore a tre. Ecco allora che la Sampdoria alle prese con l'anomalia di avere due direttori sportivi come Carlo Osti e Daniele Faggiano, potrebbe risolvere la questione grazie all'intervento dello Spezia. Non è un mistero che la società aquilotta, e in particolare l'ex dirigente blucerchiato Riccardo Pecini, stia facendo la corte ad Osti per portarlo a La Spezia, nei giorni scorsi è andato in scena anche un pranzo tra i due. Nelle scorse settimane il cda aveva convocato entrambi per “dividere ” i ruoli: Faggiano più dedicato al calcio mercato, Osti più centrale nei rapporti con la squadra. Chiaro però che un eventuale approdo di Osti allo Spezia potrebbe cambiare gli scenari: nella Samp a quel punto sarebbero superati i mal di pancia di Faggiano e Osti oltre tutto andrebbe a ritrovare Pecini in un club con maggiori certezze societarie, soprattutto se alla fine Platek dovesse davvero fargli firmare un contratto di tre anni. Non è tutto: lo Spezia starebbe bussando alla porta della Samp anche per il preparatore dei portieri Fabrizio Lorieri e per il video analyst Sergio Spalla . Un’eventuale partenza di Lorieri potrebbe essere sostituita col ritorno di Luigi Turci , già ex portiere blucerchiato che come preparatore dei portieri aveva lavorato con la Samp e con Giampaolo dal 2017 al 2019.  

Sfottò shock dei tifosi della Sampdoria: Genoa "messo" in croce
Guarda la gallery
Sfottò shock dei tifosi della Sampdoria: Genoa "messo" in croce

Samp, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...