Sassuolo, De Zerbi: "Innamorato dei miei, ma voglio più convinzione"

0

L'allenatore: "Se giochiamo contro il Napoli non possiamo prendere il primo gol su di un raddoppio dove ci siamo fatti saltare con facilità. Gattuso ha detto che siamo come il Barcellona? Ha fatto il furbo, noi non imitiamo nessuno"

Sassuolo, De Zerbi:
© Getty Images
domenica 26 luglio 2020

NAPOLI - Serata da dimenticare in fretta per il Sassuolo di Roberto De Zerbi, che dei quattro gol rifilati al Napoli non se ne è visto convalidare neanche uno. Non solo: i partenopei ne hanno fatti due e hanno vinto. Ecco le parole del tecnico emiliano a Dazn: "Non ho tanto da rimproverare, perché abbiamo fatto bene entrambi i tempi. Abbiamo creato tanto, anche l'1-0 di Hysaj è arrivato in una situazione un po' rivedibile, quello che posso chiedere è un po' di convinzione: pur avendo fatto bene tutto, con e senza palla, qualcosa in più possiamo fare. Siamo una squadra giovane, abbiamo tanti infortunati, ma chi c'era in campo oggi un po' di convinzione in più poteva mettercela". I rivali non erano senz'altro di seconda fascia: "Il Napoli è forte, gioca e pressa, ma anche noi abbiamo rubato dei palloni nella loro metà campo. A volte ci sta che tra due squadre aggressive a volte s'imposti il gioco da dietro e la palla venga intercettata; il gol di Caputo è arrivato così. Anche il Napoli ci ha pressato alto, fa parte del film della partita. Io parlo di convinzione non perché perdiamo o vinciamo. Io sono troppo innamorato dei miei giocatori e li ritengo molto più forti dell'opinione pubblica, se chiedo loro qualcosa in più è perché loro lo possono dare qualcosa in più. Non stiamo raccogliendo quello che potremmo, ma i ragazzi stanno facendo bene".

"Se veniamo a Napoli e giochiamo contro il Napoli, non possiamo prendere il primo gol di Hysaj, su quell'azione lì, una palla persa, un raddoppio su cui ci siamo fatti saltare con facilità. La convinzione è anche nel trovare l'ultimo passaggio, Djuricic e Traorè sono stati liberati tanti volte tra le linee. Anche quella è convinzione, non solo nella scivolata. I primi 5 minuti siamo andati meglio del Napoli, poi siamo calati, forzando delle giocate ma anche nel primo tempo le occasioni sono arrivate. I fuorigioco? Mi fido che ci fossero, ma mi dicono che non fossero chilometrici, erano occasioni a tu per tu col portiere". De Zerbi conclude così: "Gattuso ha detto che siamo come il Barcellona? Ha fatto il furbo, noi non imitiamo nessuno. Conosciamo la nostra dimensione e dove possiamo arrivare, è chiaro che siamo ambiziosi. Corteggiato io? Non è un problema adesso, finiamo il campionato, se non ci saranno grandi capovolgimenti sarà un piacere rimanere con questa squadra, magari confermando i big".

NAPOLI-SASSUOLO 2-0: NUMERI E STATISTICHE

Serie A Sassuolo napoli de zerbi

Caricamento...