Tuttosport.com

Pasqualin: «Attacco, voto Belotti. Ha la faccia da Toro…»
© www.imagephotoagency.it

Pasqualin: «Attacco, voto Belotti. Ha la faccia da Toro…»

«Mercato funzionale al progetto granata. Il palermitano è perfetto. Giusto cedere Darmian»twitta

mercoledì 29 luglio 2015

TORINO - Claudio Pasqualin, da esperto, che giudizio dà al mercato del Torino?

«Allora, sono arrivati Avelar, Acquah, Obi, Baselli, Zappacosta, più Ichazo e il ricatto di Benassi. Direi un mercato mirato. Sì, mirato è l’aggettivo giusto. Magari non eclatante, però concreto, nello stile Toro degli ultimi tempi: senza nomi altisonanti che all’inizio non accendono la fantasia e poi sanno infiammare gli animi. Sono mosse funzionali al progetto di Ventura: il tecnico genovese è bravo a imporsi sulle scelte, ha appeal in società e non è da tutti. So che ci tiene molto a dire la sua, ha personalità e competenza».

Molti muscolari e un po’ di classe.

«Sì, centrocampo molto fisico e poi c’è Baselli che avrà modo di lavorare con un tecnico che insegna calcio e gli darà l’opportunità di crescere e sfondare. Dovrà confermare le qualità che possiede. Lui, Zappacosta, Benassi: giovani e italiani. Temo non sia un’inversione di tendenza ma mi piace. Un segnale al vertice federale immobile sul dilagare dell’esterofilia. Il Toro ha l’Italia sul petto, il Toro è la storia con quello scudetto sulle splendide maglie granata. Così si ricrea senso di appartenenza e i tifosi apprezzano. Non è necessario andare in giro a cercare inverosimili nomi sudamericani o lettoni, così per dire...».

La Juve si identifica in Marchisio, una vita in bianconero.

«Ecco, forse al Toro manca un ragazzo così, uno nato e cresciuto nel vivaio. però il club ne ha parecchi in giro a farsi le ossa. Ancora una stagione di apprendistato per i vari Parigini, Aramu e quelli scudettati della Primavera. Non è sempre necessario, ma la politica resta questa. E magari il prossimo anno avranno spazio in prima squadra».

Il presidente Cairo e lo stesso Ventura hanno detto che il pezzo mancante è rappresentato da un attaccante. Consigli da dare?

«Prendete Belotti, è sicuramente quello giusto: possiede la grinta, la faccia da Toro. Ha scolpita addosso la spavalderia che deve avere un granata vero. E poi è giovane, e italiano. E di solito questi giocatori Ventura li spedisce in nazionale. Voleva Giovinco, se ne intende... Solo l’offerta impareggiabile del Toronto ha impedito il matrimonio».

Leggi l'articolo completo su Tuttosport in edicola

Tutte le notizie di Torino

Approfondimenti

Commenti