Tuttosport.com

Tutti in fila per i compiti da EuroToro
© LAPRESSE
0

Tutti in fila per i compiti da EuroToro

La squadra granata ora ha radici salde e i tifosi ci credono. Ma da oggi Mazzarri deve lavorare soprattutto sui difetti

di Alessandro Baretti martedì 9 aprile 2019

TORINO - C'è del buono tendente all’ottimo, in questo Toro che non esalta gli esteti tuttavia in qualche modo tiene empre botta, in ottica europea. A partire dal dato meno soggetto a opinioni e interpretazioni. Innanzitutto resta infatti la classifica, a sottolineare la positività del lavoro svolto: 49 i punti, tanti quanti ne ha una Lazio che deve recuperare la prova contro l’Udinese (mercoledì 17 aprile alle 19). A 51 c’è la Roma, a 52 l’Atalanta. E se i pareggi sono fin qui stati troppi - ben 13 (di cui 12 fuori casa) che piazzano il Torino appena dietro la Fiorentina (15) per numero di prove terminate in parità - le vittorie (12) sono state esattamente il doppio delle sconfitte (6).

LO ZOCCOLO DURO - Risultati che sono arrivati in virtù di punti di forza che possono essere dati per acquisiti: il primo è la tenuta difensiva. Gli appena 28 gol subiti posizionano il Torino al quarto posto della graduatoria (guida la Juve con 20, seguita dall’Inter a 25 e dal Napoli a 27): e qui si aprono, ovviamente, pure i meriti dei singoli. Da Sirigu che è sempre più vicino a Donnarumma nelle gerarchie azzurre, a Izzo che dell’Italia è ormai un protagonista a Nkoulou che rimane tra i migliori centrali in circolazione. Ma l’applauso non abbraccia soltanto i difensori, visto che il primo a rincorrere gli avversari è Belotti, seguito nelle abilità in interdizione dai vari Ansaldi, Rincon e Baselli. Sette giocatori, quelli citati, che rappresentano lo zoccolo duro di elementi che, nel Toro di Mazzarri, hanno trovato una continuità di rendimento da palcoscenico internazionale. Nella rosa le involuzioni di Meité e Zaza sono le eccezioni, la regola è un gruppo di calciatori dai quali il tecnico toscano sa cosa aspettarsi senza eccessive ondulazioni, nel valore delle prestazioni.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Torino

Commenti