Tuttosport.com

0

Mazzarri, unità di crisi. Toro, testa in tilt. Ansaldi denuncia, esame per Walter

"Da fuori si vede che siamo nervosi e questo aiuta gli avversari: il discorso riguarda tutti”: le parole dell’argentino, leader dello spogliatoio, mettono il dito nella piaga granata. Arriva anche Cairo?

di Alessandro Baretti mercoled√¨ 2 ottobre 2019

Per Mazzarri questo è il momento più difficile da quando è al Torino

CALMA CONTRO EMOTIVITÀ - «Il rosso a Mazzarri? Il discorso riguarda tutti: da fuori si vede che siamo nervosi e questo finisce per essere un aiuto per gli avversari». E con quel tutti, quindi coinvolgendo il Toro nel suo complesso, Ansaldi parla di Mazzarri e pone l’accento su un aspetto emerso chiaramente, nelle ultime settimane. L’uscita dall’Europa League, una fase difensiva che sembrava acquisita e che invece presenta falle in serie, il caso Nkoulou e la discontinuità nei risultati: tanti sono i legittimi motivi che non soltanto a Mazzarri, ma a ogni tifoso granata provocano travasi di bile. Il toscano del Toro non è però un tifoso, ma l’allenatore. Se mantiene la calma nella tempesta aiuta la squadra ad uscirne, se all’opposto si fa travolgere dalle emozioni, trasformando la carica adrenalinica in moti di rabbia, come dice il sudamericano fa il gioco dell’avversario. Da quando nel gennaio del 2018 si è insediato sulla panchina granata a oggi questo è il momento più difficile da attraversare e gestire, per l’ex tecnico del Napoli: ne esca con la calma che è sovrana virtù dei forti. E magari anche con l’aiuto di Cairo, che lo ha individuato, scelto e voluto e che in questi giorni, come già prima del successo contro il Milan, potrebbe presentarsi al Filadelfia per infondere fiducia a Mazzarri come a tutto il gruppo.

Leggi l’articolo completo sull’edizione odierna di Tuttosport

Torino Mazzarri Ansaldi

Caricamento...