Torino, ecco Zaza e Baselli! Via a nuove tattiche

Notizie positive per Longo. I due potrebbero già giocare lunedì con il Milan

TORINO - Buone notizie per Moreno Longo: il tecnico granata non solo ha ereditato da Walter Mazzarri un Toro in ritardo in classifica, ma pure con le scelte ridotte al minimo, tra le uscite prodotte sul mercato di gennaio (Bonifazi, Laxalt, Parigini e Iago Falque) e indisponibilità varie. Squalifiche e soprattutto infortuni. Alla prima voce i  granata saranno penalizzati anche lunedì a San Siro, dal momento che il rosso ricevuto da Izzo contro la Samp esclude il difensore centrale napoletano dalla gara contro i rossoneri. Per quanto riguarda invece il capitolo infermeria, i segnali sono finalmente confortanti. Dopo aver ritrovato Ansaldi, per rendimento medio tra i migliori assieme a Sirigu e Belotti e quindi riaccolto a braccia aperte in primis da Longo, ieri nella seduta mattutina l’allenatore piemontese ha potuto lavorare assieme a tre giocatori reduci da infortunio. A partire da De Silvestri, sulla via del recupero già nella giornata di mercoledì, e ieri definitivamente arruolato al resto del gruppo. Un ritorno che si lega alla ripresa della piena attività di due giocatori che erano fermi da tempo.

Torino, Longo serra le fila: col Milan per il riscatto
Guarda la gallery
Torino, Longo serra le fila: col Milan per il riscatto

Il primo è Daniele Baselli: il centrocampista è fuori dai radar addirittura dalla prova del 15 dicembre scorso di Verona. Già, da quella gigantesca occasione sciupata da un Toro capace di portarsi sul 3-0 contro la squadra che ha appena battuto la Juve, salvo farsi rimontare tre reti negli ultimi venti minuti di gioco. Finalmente la mezzala lombarda si è messo alle spalle il guaio al polpaccio che, seguito alla distorsione al ginocchio, lo ha costretto a saltare 7 partite di campionato più la prova di Coppa Italia contro il Milan. Un’assenza pagata a caro prezzo: Baselli non sta disputando la sua stagione migliore, in granata, ma se confrontato con Rincon, Lukic e Meité è ancora quello con più qualità, del lotto. Tanto che diverse sono state le chance da rete, o i gol concretizzati grazie a una battuta da fermo del centrocampista, in stagione. All’interno della quale Baselli non è però ancora riuscito a entrare nel tabellino dei marcatori. Un dato che stride, visto che pur non trattandosi di un bomber, parliamo comunque di un calciatore da 18 gol in 4 precedenti campionati, con il Torino. Chi invece è un bomber di professione, ma in granata sembra esserselo dimenticato è Zaza. Un altro da ieri tornato ad allenarsi con il gruppo, e quindi da ritenere disponibile, per il posticipo di lunedì (ore 20.45 a San Siro). «Mi piace giocare con due centravanti», ha detto e ribadito Longo. Un assist per Zaza, che quindi il tecnico vorrebbe far coabitare con Belotti. [...] 

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Longo: "Ritiro? Non ho la necessità di vederli andare a dormire"
Guarda il video
Longo: "Ritiro? Non ho la necessità di vederli andare a dormire"

Commenti