Tuttosport.com

Zaza, ma cosa fai? Fallaccio su Edera: che paura!

0

L'attaccante del Torino sempre troppo nervoso: per fortuna l'infortunio del giovane jolly offensivo non sembra particolarmente grave

Zaza, ma cosa fai? Fallaccio su Edera: che paura!
© LAPRESSE
mercoledì 4 marzo 2020

Prove generali di tridente: e Zaza “spacca” Edera, concorrente per una maglia vicino a Belotti. Ma andiamo per gradi, raccontando i fatti fin dallo scenario iniziale dell’allenamento di ieri pomeriggio, puntualizzando però subito che, molto probabilmente, l’infortunio patito dal giovane jolly offensivo non pare particolarmente grave. Meglio così, incrociando le dita. Ma che follia, questo Zaza! Non solo non segna (quasi) mai e sforna prestazioni per lo più insufficienti, ma adesso si mette persino a “rompere” i compagni. Una follia, certo.

Prove di tridente

E ora andiamo a raccontare. Prove generali di tridente: sì, per scacciare la paura nel momento più difficile e puntare alla giugulare dell’avversario. Soprattutto ora che, archiviata l’esigente trasferta del San Paolo, il calendario presenterà – o, meglio, potrebbe presentare, visti i chiari di luna nella programmazione degli impegni in tempo di coronavirus – il doppio appuntamento casalingo con Udinese prima e Parma poi. Sfide spesso rivelatesi insidiosi trabocchetti, sotto la gestione Mazzarri. Passi falsi in cui non può permettersi di incappare ora Longo. E, allora, largo alle prove generali di tridente. Con il tecnico che, ieri pomeriggio, ha fatto disputare al finalmente numeroso gruppo a disposizione una partitella di un’ora sul campo secondario del Filadelfia: a fronteggiarsi due formazioni analogamente schierate con un propositivo e rinnovato 3-4-3, rispetto ai tempi mazzarriani. Un modulo con il quale, ancora una volta, è stato appunto Edera a mettersi più di tutti in risalto. Sbloccando il punteggio di una sfida in famiglia, poi terminata 3-1, con una conclusione che non ha lasciato scampo a Rosati. Meritando gli applausi dei 300 tifosi sui gradoni per una serie giocate a saltare puntualmente l’uomo sulla trequarti. Mandando infine in rete anche capitan Belotti, marcatura accolta dall’ovazione dei presenti.

Leggi l'articolo completo su Tuttosport in edicola

Torino

Caricamento...