Tuttosport.com

Pagelle Toro: Belotti, solo il gol

0

Ola Aina il peggiore in campo. Ansaldi l'unico lampo

Pagelle Toro: Belotti, solo il gol
© LAPRESSE
 Alessandro Baretti domenica 28 giugno 2020

SIRIGU 5.5 Tenta di alzare la guardia, ma i colpi che incassa sono assai difficili da evitare.

IZZO5.5 Non ha particolari colpe quando respinge di testa su Nandez, che poi segna. Questa volta, però, non ha il guizzo per sbrogliare le situazioni intricate: quando il Cagliari si propone in velocità, non trova la posizione per evitare i molti guai nei quali si imbatte il Toro.

NKOULOU 5 Regala il rigore (fallo su Pellegrini) mettendoci il gambone con ben poca lucidità: è l’episodio che indirizza definitivamente la partita. Anche lui, come Izzo, più che altro per stanchezza accumulata non ha tempi e vigoria per opporsi alle folate offensive rossoblù.

BREMER 5.5 Tra i pochi granata a mettere in evidenza una discreta condizione fisica, però perde Simeone sul gol dell’argentino. Ha il merito di riaprire la gara realizzando la seconda rete in questa serie A, dopo quella decisiva rifilata al Genoa.

DE SILVESTRI 5 Presenza impalpabile in entrambe le fasi: non riesce a contenere Lykogiannis, né a proporsi al cross. Dopo due gare precedenti giocate per intero, non ne ha più. Ansaldi (14’ st) 7 Giocatore di categoria superiore: sveglia il Toro e serve a Ola Aina il pallone che, rifinito dal nigeriano, porta alla rete di Bremer.

MEITÉ 5.5 Ha costantemente un attimo di ritardo: nella giocata come nella scelta dell’intervento. Sintomo di una gara approcciata in debito d’ossigeno.

Cagliari-Torino 4-2: il tabellino

RINCON 5.5 Non ha sufficiente dinamismo per impedire la conclusione a Nainggolan, sul 3-0. Corre al fianco del belga senza trovare il tempo per mettere la gamba. Non ci si aspetta che illumini il gioco, ma che tenga botta nell’uno contro uno sì. Sbaglia pochi appoggi: non è molto, ma visto il contesto già qualcosa. Lukic (29’ st) 5 Entra male: molle e svagato.

OLA AINA 4.5 Pessima partita soprattutto da un punto di vista tattico: tiene in gioco Lykogiannis sul raddoppio e con il Toro in possesso palla non dà ampiezza alla squadra. Spesso toppa anche la scelta della giocata. Non quando, di testa, appoggia per Bremer che segna la prima rete granata: troppo poco, per sfangarla. Singo (29’ st) 5.5 Merita altre chance.

EDERA 5.5 Una punizione non trattenuta da Cragno e un paio di conclusioni calciate sugli avversari. Quando trova la porta (12’ st), il tiro è debole e centrale. Verdi (14’ st) 5.5 Il suo ritorno in campo è più che altro utile in proiezione futura. Suo l’angolo del gol di Belotti.

BERENGUER 5 Un tacco per Belotti e pochissime altre iniziative. Millico (35’) st ng

BELOTTI 6 Trascinante contro l’Udinese, cotto a Cagliari. Ha una buona chance al 37’, ma al momento del tiro è sbilanciato da Lykogiannis (ci potrebbe stare il calcio di rigore). Nonostante la palese stanchezza, da bomber qual è gira splendidamente in porta un angolo calciato da Verdi (e le reti del Gallo diventano 11).

ALL. LONGO 5 La reazione ci sarebbe anche, ma è vanificata dall’intervento da rigore di Nkoulou. Dopo due gare con gli stessi titolari, ieri l’unica novità era Ola Aina per Zaza: la squadra, inevitabilmente, paga dazio.

Caricamento...