Torino-Crotone, le pagelle: Sirigu sicuro, bravi Lyanco e Singo

In difficoltà Vojvoda, grigio Linetty, evanescenti Meité e Verdi. Lukic stavolta non brilla

SIRIGU 6.5 Due parate impegnative. Soprattutto quella alla fine del primo tempo quando alza un pallone insidioso sopra la traversa.

VOJVODA 5.5 Non riesce ad incidere. In fase difensiva è sempre in grande difficoltà. Reca lo manda costantemente in tilt e dalla sua parte il Crotone, soprattutto nel primo tempo, prova a fare gioco. Va spesso in difficoltà. Singo (21' st) 6.5 E’ entrato e ha cambiato la partita. Solo un caso? Macché: si tratta di una piacevolissima conferma. Il ragazzo ivoriano, appena 19enne, spinge molto e mette apprensione alla difesa calabrese che prima del suo ingresso si stava godendo una giornata di assoluta tranquillità.

BREMER 6.5 Anche lui è cresciuto. Giampaolo lo considera importante e il brasiliano non tradisce mai le aspettative. Bravo nell’anticipo e quando ha il pallone tra i piedi cerca sempre di giocarlo senza mai buttarlo via.

LYANCO 7 Forse il migliore dei granata, il ragazzo cresce partita dopo partita. Non sbaglia un colpo e anche in fase di impostazione è migliorato. Giocatore di qualità, certo. Cattivo il giusto nel fermare l’avversario, ma anche libero di testa in fase di costruzione.

Giampaolo: "Questa partita 15 giorni fa l'avremmo persa"

Torino, che flop! Pari e zero gol contro il Crotone
Guarda la gallery
Torino, che flop! Pari e zero gol contro il Crotone

 

RODRIGUEZ 5.5 Meglio in fase difensiva che in quella offensiva. Dalla sua parte il Crotone non trova varchi. Ma Giampaolo lo ha voluto soprattutto per le sue proiezioni in attacco. E contro il Crotone, nonostante tanta libertà, non è mai andato avanti. Murru (21' pt) 6 Non male, meglio dello svizzero. Però nel finale ha tra i piedi un pallone d’oro per poter provare la conclusione e, invece, preferisce passarlo ad un compagno in posizione sfavorevole. Paura di sbagliare? E poi anche un colpo di testa fuori, da ottima posizione, nel recupero.

MEITE’ 5 Non solo non riesce a costruire niente di importante ma, addirittura, rallenta l’azione. Sempre timoroso e impacciato, frena sul nascere l’iniziativa di ripartenza dei compagni. Gojak (35' st) 6 Sfiora il gran gol dalla distanza con un tiro-cross: la palla, deviata, va a sbattere sul palo interno e torna in campo. Però ci ha provato. Il suo ingresso ha portato vitamine al centrocampo granata che sino a quel momento era debole.

RINCON 5 Togliamoci dalla testa che sia un regista. Non lo è e non lo sarà mai. Resta un “medianaccio” che può tornare utile nel suo ruolo naturale. Tanti errori e palloni persi, in questo modo le sue caratteristiche di gladiatore sono nascoste.

LINETTY 5.5 Parte bene ma poi sparisce dai radar della partita. Non riesce a servire neppure un assist ai suoi compagni d’attacco, tant’è che il Toro non tira mai in porta se non nei minuti di recupero. Ansaldi (44' st) ng

Torino-Crotone 0-0: i granata non tirano mai in porta

 

LUKIC 6 Forse ci aveva abituati troppo bene. Non è stato brillante come nelle precedenti esibizioni ma, comunque, è il giocatore granata che, anche se in difficoltà, tocca più palloni. Forse si lascia andare ad un’inutile leziosità.

BELOTTI 6 Quante botte ha preso. Nel primo tempo tutto solo lotta con Magallan che non lo fa praticamente respirare, usando le maniere forti, al limite e spesso oltre del regolamento. Nel secondo tempo va a cercarsi quei palloni che i compagni non gli servono. Serve un assist eccezionale a Bonazzoli e fa espellere Luperto che per due volte lo stende. Esce dal campo distrutto.

VERDI 5 Non si accende mai, ma questa non è una novità. Bonazzoli (25' st) 5 Trova il tempo, nei minuti di recupero, di sprecare un’occasione invitante che avrebbe potuto regalare ai granata tre punti.

ALL. GIAMPAOLO 5.5 Il Toro non ha mai tirato in porta. Può bastare?

Toro, tutti pazzi per Lukic

Giampaolo vede positivo: "Venti giorni fa magari l’avremmo persa"
Guarda il video
Giampaolo vede positivo: "Venti giorni fa magari l’avremmo persa"

Commenti