Toro: la mano di Juric si vede, ma manca sempre la qualità

Il test organizzato in extremis con il Brixen (dilettanti) diventa un assist di mercato per Messias e Amrabat

Toro: la mano di Juric si vede, ma manca sempre la qualità© LAPRESSE

SANTA CRISTINA - Juric merita subito rinforzi, lo ha confermato la partita di ieri contro il Brixen, altra formazione dilettantistica (dopo il Merano, una settimana fa) che all’ultimo momento ha preso il posto del Bochum (Bundesliga), colpito da un caso di Covid. Li merita perché ci sono l’impegno, la voglia di fare, l’entusiasmo e la convinzione dei giocatori che si caricano tra loro. La sua mano c’è e si vede già. Però si vede anche che manca la materia prima, elementi in grado di far decollare il suo credo calcistico. Lo si nota, giorno dopo giorno, in questo ritiro in Val Gardena, lo si è constatato in maniera netta nel secondo match stagionale. A questo Toro servono qualità e sostanza. Qualità, prima di tutto. Gira e rigira, cambia e ricambia, gli attori questi sono. (...)

Torino, pokerissimo al Brixen: Verdi, Baselli e Zaza in gol
Guarda la gallery
Torino, pokerissimo al Brixen: Verdi, Baselli e Zaza in gol

Le prime scelte di Juric di cui ha bisogno il Toro

E anche la partita di ieri ha dimostrato che Juric ha assolutamente bisogno, e al più presto, di un mediano tuttofare come Amrabat (sostanza e dinamismo) e di un fantasista come Messias (dribbling, assist, gol). Il marocchino della Fiorentina è un motorino e un gladiatore, con bei tempi d’inserimento. Sradica palloni che potrebbe consegnare a Mandragora. E Juric lo vuole perché lo fece volare nel Verona. Il crotonese, invece, rappresenta la qualità, la fantasia, i tagli, la superiorità numerica, l’incisività in attacco. Ecco le due colonne di cui ha bisogno Juric: sue prime scelte, non a caso. (…) Un fatto di cronaca: non deve essere strumentalizzato, in momenti di fatica è fisiologico lasciarsi andare a errori. Ma nello stesso tempo bisogna mettersi in testa che serve qualità in mezzo al campo, qualcuno che accenda l’azione, che regali un’emozione. Perché è importantissimo correre e i granata lo stanno facendo, ma alla fine si deve giocare al pallone, accarezzarlo, portarlo avanti con fantasia, grazia, delicatezza e velocità. E in questo Toro chi lo fa?

Tutti gli approfondimenti sull'edizione di Tuttosport

Torino, Juric sempre più in sintonia con il gruppo
Guarda la gallery
Torino, Juric sempre più in sintonia con il gruppo

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...