Toro, Pobega porta a Krunic del Milan: le strategie per gennaio

Si apre un canale con la società rossonera, i discorsi sul rinnovo del centrocampista italiano rimettono in orbita granata il bosniaco

Toro, Pobega porta a Krunic del Milan: le strategie per gennaio

TORINO - Gli obiettivi sono chiari, le vie attraverso le quali centrarli ancora no. O meglio il giro d’orizzonte di cui è protagonista il responsabile dell’area tecnica granata Davide Vagnati non ha ancora prodotto l’avvio di autentiche trattative in vista di gennaio. Diversi i sondaggi, le richieste preliminari rivolte ad agenti di giocatori o agli uomini mercato dei club, ma si è ancora nella fase esplorativa. Nella fase in cui ragionando sulla possibilità di chiudere un affare, si possono aprire le porte per concretizzarne un altro. Ad esempio il Toro ha sì provato a mettere le basi per un discorso rivolto almeno a prolungare il rapporto con Pobega, se non addirittura a trovare la formula per convincere il Milan ad aprire alla soluzione prestito con diritto di riscatto, però si è anche scontrato con la ferma volontà della società rossonera. Decisa a far tornare il centrocampista alla base, dopo il buono messo in mostra nel passato campionato con lo Spezia e le continue conferme arrivate in maglia granata. Che gli sono valse per naturale conseguenza la prima convocazione in maglia azzurra. Fisiologico che un club come il Milan, già convinto dalle qualità del giocatore al punto da concederlo soltanto in prestito secco, ora non voglia intavolare nessuna trattativa col rischio di perderlo.

L'interesse per Krunic e la posizione di Maldini

Nell’ambito dei confronti in ripida salita per Pobega, il Toro ha però accarezzato l’idea di tornare su un vecchio obiettivo: doppiamente utile per la capacità di giostrare sia a centrocampo che sulla trequarti. I granata da qualche sessione di mercato a questa parte gravitano su Rade Krunic. Non un inamovibile, per quanto in seno al club il bosniaco goda della stima che nei suoi confronti nutre Paolo Maldini, responsabile dell’area tecnica rossonera. Una stima che pur senza fretta potrebbe concretizzarsi in una proposta di rinnovo del contratto che attualmente scade nel 2024. Anche su questo fronte Vagnati non ha insomma la strada propriamente in discesa, tuttavia nemmeno avrebbe le porte chiuse in faccia senza possibilità di replica.

Tutti gli approfondimenti sull’edizione di Tuttosport

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...