Bremer e gli altri, la difesa del Toro è impenetrabile

I granata secondi solo al Napoli. Il brasiliano è diventato il miglior difensore della Serie A, aiutato da Buongiorno e Djidji
Bremer© Marco Canoniero

TORINO - Quando la prestazione dei singoli si riflette sul collettivo: dopo la tredicesima giornata il Toro ha la seconda difesa del campionato - 13 reti subite, il Napoli ne ha incassate appena 7 - grazie alla maturazione dei difensori a disposizione di Juric. Una crescita che sta riguardando tutti i centrali escluso Izzo, e che ha in Bremer il giocatore che più di altri ha saputo confermare i miglioramenti. Il brasiliano già era emerso dal grigiore generale nella passata stagione, ma è con il tecnico croato che definitivamente ha saputo meritare il ruolo di leader tecnico del Toro. Prova se ne è avuta anche lunedì sera, quando il cliente del sudamericano è stato uno tra i centravanti più in forma del campionato, il portoghese Beto. [...]

La crescita di Buongiorno

[...] La copertina va al sudamericano che stupisce assai non sia ancora stato chiamato in Nazionale, ma dentro il libro della difesa granata tanti sono i capitoli che descrivono il processo di crescita anche dei suoi compagni. A partire da Buongiorno, applicato in campo come sui libri, come chiarisce la foto a acorredo dell’articolo. Il prodotto del settore giovanile granata, oltretutto entrato in qualche modo nell’azione del secondo gol all’Udinese, studia Economia e sta seguendo l’università telematica. Segno di una quadratura mentale che trasferisce in campo. Magari complessivamente meno dotato di Bremer, Buongiorno è però regolarmente uno tra i granata più applicati, concentrati, determinati a sfruttare ogni talento che ha in dote. [...] 

Djidji, concentrazione ritrovata

[...] Che dire poi di Djidji, fino a pochi mesi fa in prestito a un Crotone che lo avrebbe voluto tenere anche in Serie B. Una soluzione alla quale la dirigenza granata in un primo momento non si era opposta. A bloccare la sua partenza è stato il tecnico croato, fin dai primi allenamenti in Val Gardena convinto dalle potenzialità dell’ex Nantes. Confermate pure in un campionato tuttavia sporcato dai falli da rigore commessi contro il Venezia e soprattutto la Lazio. Difetti di concentrazione che Djidji, come dimostra l’eccellente prestazione messa in campo contro l’Udinese, sta cercando e riuscendo a lasciarsi alle spalle.

Tutti gli approfondimenti sull’edizione di Tuttosport

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per continuare a leggere

L'abbonamento Plus+ ti permette di leggere tutti i contenuti del sito senza limiti

Scopri ogni giorno i contenuti esclusivi come Interviste, Commenti, Analisi, le Pagelle e molto altro ancora!

Plus+

€ 5,90 /mese

Scopri l'offerta

Commenti

Loading...