Pagelle Torino-Verona: Ilic sempre più involuto, Seck si sgonfia subito

Ricci è l'ombra di se stesso, Vlasic non incide, Zapata lotta con poca convinzione

TORINO

MIlinkovic-Savic 6.5: Nella ripresa toglie dall’incrocio un tirocross di Faraoni, poi si ritrova tra le braccia un pallone girato in rovesciata da Djuric

Sazonov 6: Sfortunato esordio dall’inizio, con il Toro, per il georgiano arrivato dalla Dinamo Mosca: al 19’ si accascia a terra dopo un pestone al piede destro ricevuto da Suslov ma riprende, pochi minuti dopo si deve arrendere ed è sostituito

Tameze (27’ pt) 6.5: Il jolly granata si adatta bene a centrale di destra e prova anche a trovare il gol con due colpi di testa che però terminano alti (entrambi gli angoli sono calciati da Lazaro)

Schuurs 6.5: Limita del tutto Cruz e quasi completamente Djuric. Ha sul destro il pallone del possibile vantaggio: calcia secco, ma non prende la porta

Rodriguez 6: Questa volta resta più allineato in difesa: appoggia l’azione offensiva solamente nell’ultimo quarto di gara

Soppy 5.5: Secondo granata alla prima da titolare nel Torino: sufficiente per impegno, ma non per resa

Ricci 5: Cresce leggermente nei secondi 45’, ma dopo un primo tempo in grande difficoltà. Resta l’ombra dell’apprezzato centrocampista che fu

Ilic 4.5: Da un po’ di tempo a questa parte aveva mascherato prestazioni tendenzialmente infelici grazie a preziosi assist. Col Verona non mette al servizio dei compagni alcuna intuizione e a tratti è anche presuntuoso. All’ennesimo calcio d’angolo basso e debole riceve sonori fischi. Involuzione, in primo luogo nell’atteggiamento, che inizia a essere preoccupante

Linetty (9’ st) 5.5: Il solito Linetty: applicato il giusto, ma in difficoltà quando ci sarebbe da mettere in campo quel po’ di qualità utile a creare pericoli nell’area del Verona

Lazaro 5.5: La cosa più bella della sua prestazione è lo slalom che lo porta a calciare un diagonale che Montipò è rapido a leggere e deviare. Non si ricordano, però, cross per Zapata che li attende invano per tutta la gara

Seck 5.5: Parte con il piglio giusto, di chi vuole convincere Juric a ritenerlo un titolare. Come spesso gli capita, però, si sgonfia abbastanza in fretta

Radonjic 5: L’unico scatto (di nervi), quando al cambio lancia una bottiglietta e se la prende con Juric. In campo giocherella senza costrutto

Vlasic (9’ st) 5: Anche il croato non riesce minimamente a ritrovarsi. Non si accende quasi mai, e soprattutto sbaglia facili passaggi. Crea un pericolo al 37’: Montipò devia il suo tiro col pallone che poi rotola sui piedi di Schuurs (tiro alto)

Zapata 6: In tale contesto può fare ben poco: conquista qualche angolo, svaria, ma pare anche un po’ deluso dall’andazzo generale

All. Juric 5: Il Verona non è particolarmente pericoloso, ma a centrocampo spesso domina. Perché non concedere una ventina di minuti a Sanabria?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

VERONA

Montipò 6.5: Subito preso in causa da Seck (dopo 56’’), poi ferma Lazaro (47’ pt), e Vlasic (37’ st)

Magnani 6.5: Tante le preziose letture tattiche che aiutano la fase difensiva gialloblù

Dawidowicz 6: Buona partita su Zapata, anche perché il colombiano è il terminale offensivo di un Toro che fatica da matti a servirlo. Esce per infortunio

Coppola (1’ st) 6: Replica la buona prestazione del compagno

Amione 6: Soffre il brio di Seck per un quarto d’ora, poi lo contiene

Faraoni (13’ st) 6: Entra e dopo 3’ impegna Milinkovic

Terracciano 6: Piccole sbavature compensate da una prova sempre volitiva

Folorunsho 6.5: Una volta di più conferma perché il Napoli ne mantenga il controllo del cartellino: prezioso sia da schermo alla difesa che nella costruzione del gioco

Suslov 6: Alterna spesso la posizione con Duda creando qualche problema al Torino

Lazovic 6: Discreta partita: forse si sarebbe potuto concedere qualche discesa in più

Duda 6.5: Con un movimento costante sfugge alla lettura dei centrocampisti granata. Ha qualità che in questa fase appoggia a una buona condizione fisica

Ngonge 5.5: Apprezzabile la disposizione al movimento, tuttavia è poco concreto

Cruz 5: Se il Verona nel primo tempo domina a centrocampo, ma non arriva mai a calciare in porta, è anche per le difficoltà che il figlio d’arte - alla prima in assoluto in gialloblù - incontra con Schuurs

Djuric (13’ st) 5.5: Una rovesciata bella e centrale, e un inspiegabile finta nell’area granata quando avrebbe dovuto calciare in porta

All. Baroni 6: Il suo Verona non segna da quattro incontri, però imbriglia il Toro e fino alla trequarti granata arriva bene

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TORINO

MIlinkovic-Savic 6.5: Nella ripresa toglie dall’incrocio un tirocross di Faraoni, poi si ritrova tra le braccia un pallone girato in rovesciata da Djuric

Sazonov 6: Sfortunato esordio dall’inizio, con il Toro, per il georgiano arrivato dalla Dinamo Mosca: al 19’ si accascia a terra dopo un pestone al piede destro ricevuto da Suslov ma riprende, pochi minuti dopo si deve arrendere ed è sostituito

Tameze (27’ pt) 6.5: Il jolly granata si adatta bene a centrale di destra e prova anche a trovare il gol con due colpi di testa che però terminano alti (entrambi gli angoli sono calciati da Lazaro)

Schuurs 6.5: Limita del tutto Cruz e quasi completamente Djuric. Ha sul destro il pallone del possibile vantaggio: calcia secco, ma non prende la porta

Rodriguez 6: Questa volta resta più allineato in difesa: appoggia l’azione offensiva solamente nell’ultimo quarto di gara

Soppy 5.5: Secondo granata alla prima da titolare nel Torino: sufficiente per impegno, ma non per resa

Ricci 5: Cresce leggermente nei secondi 45’, ma dopo un primo tempo in grande difficoltà. Resta l’ombra dell’apprezzato centrocampista che fu

Ilic 4.5: Da un po’ di tempo a questa parte aveva mascherato prestazioni tendenzialmente infelici grazie a preziosi assist. Col Verona non mette al servizio dei compagni alcuna intuizione e a tratti è anche presuntuoso. All’ennesimo calcio d’angolo basso e debole riceve sonori fischi. Involuzione, in primo luogo nell’atteggiamento, che inizia a essere preoccupante

Linetty (9’ st) 5.5: Il solito Linetty: applicato il giusto, ma in difficoltà quando ci sarebbe da mettere in campo quel po’ di qualità utile a creare pericoli nell’area del Verona

Lazaro 5.5: La cosa più bella della sua prestazione è lo slalom che lo porta a calciare un diagonale che Montipò è rapido a leggere e deviare. Non si ricordano, però, cross per Zapata che li attende invano per tutta la gara

Seck 5.5: Parte con il piglio giusto, di chi vuole convincere Juric a ritenerlo un titolare. Come spesso gli capita, però, si sgonfia abbastanza in fretta

Radonjic 5: L’unico scatto (di nervi), quando al cambio lancia una bottiglietta e se la prende con Juric. In campo giocherella senza costrutto

Vlasic (9’ st) 5: Anche il croato non riesce minimamente a ritrovarsi. Non si accende quasi mai, e soprattutto sbaglia facili passaggi. Crea un pericolo al 37’: Montipò devia il suo tiro col pallone che poi rotola sui piedi di Schuurs (tiro alto)

Zapata 6: In tale contesto può fare ben poco: conquista qualche angolo, svaria, ma pare anche un po’ deluso dall’andazzo generale

All. Juric 5: Il Verona non è particolarmente pericoloso, ma a centrocampo spesso domina. Perché non concedere una ventina di minuti a Sanabria?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Pagelle Torino-Verona: Ilic sempre più involuto, Seck si sgonfia subito
2
Pagina 2