Tuttosport.com

Torino, quanti ritorni di fiamma: da Krunic a Joao Pedro

0

Pereyra si complica: Vagnati riparla con il Milan per il bosniaco (occhio al Friburgo) e con la Samp per l’uruguaiano. Nuovi confronti col Cagliari per la punta brasiliana

Torino, quanti ritorni di fiamma: da Krunic a Joao Pedro
© LAPRESSE
 Alessandro Baretti sabato 12 settembre 2020

TORINO - Giornata di fili riannodati, quella di ieri in casa granata: Vagnati da una parte continua senza sosta a cercare la via giusta per consegnare Torreira a Giampaolo, dall’altra ripristina tavoli di confronto dai quali non si è mai alzato del tutto. Iniziando con l’uruguaiano la strada è segnata, ma non ancora libera: la Fiorentina si è rivolta a Borja Valero, e a ore prenderà la decisione definitiva, sullo spagnolo. Finché non sarà certificato il ritorno dell’ex interista, il Toro non potrà definitivamente ritenere usciti i viola, primi avversari in campionato sabato 19 al Franchi (ore 18), dalla corsa a Torreira. Il quale intanto non rompe del tutto con l’Arsenal, pur consapevole di non essere certo la prima scelta del tecnico Arteta, per la composizione del centrocampo dei Gunners. L’uruguaiano è invece in cima ai desideri di Giampaolo, motivo per cui Vagnati sta cercando di smuovere Cairo dalla richiesta del giocatore in prestito semplice. Una proposta respinta al mittente dall’Arsenal, che a suo tempo aveva pagato il sudamericano 30 milioni di euro (andati alla Samp) e che adesso valuta il regista 24 milioni.

Torino, doppio allenamento a Biella: tamponi tutti negativi

Le alternative

Circa 10 sono invece quelli che vuole l’Argentinos Juniors per Fausto Vera (il quale intanto discute il rinnovo di contratto con gli argentini: passaggio che non esclude affatto il suo passaggio al Toro). Biglia, alternativo a Torreira come al giovane connazionale, è invece svincolato e quindi facilmente contrattualizzabile, nel caso evaporassero sia Torreira sia Vera. L’altro nome caldo, mantenendo l’attenzione sulla mediana è sempre quello di Roberto Pereyra. La valutazione della mezzala che può agire anche da trequartista è di 15 milioni di euro. Non altissima, ma su questo fronte a preoccupare è l’interesse dell’Udinese, di proprietà dei Pozzo come quel Watford che gestisce il cartellino dell’argentino. Difficoltà che hanno indotto Vagnati a tornare su un obiettivo di lungo corso con caratteristiche tattiche analoghe a quelle di Pereyra: il Toro, a margine dell’incontro in Lega di mercoledì, ha infatti ripreso a confrontarsi con il Milan per Rade Krunic.[...]

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Caricamento...