Tuttosport.com

Mandorlini: «Avanti Verona, vinci anche senza Toni»

Il tecnico scaligero commenta così il prossimo impegno: «In casa non vinciamo da tanto e ci piacerebbe tornare alla vittoria»twitta

sabato 1 marzo 2014

VERONA - Tutto pronto in casa Verona per l'incontro con il Bologna. Una gara da prendere con le molle, secondo quanto dice il tecnico dell'Hellas Mandorlini, che sfida anche per la prima volta, in Serie A un concittadino quale è Ballardini. Ecco come Mandorlini presenta il prossimo match: «Le differenze rispetto all'andata? Di strada ne abbiamo fatta, come di punti, ma sono due partite diverse in due momenti diversi. Loro sono cambiati, anche dal punto di vista della guida tecnica. Ora c'è Ballardini, una persona che io conosco benissimo, un mio amico, ed è la prima volta che due allenatori di Ravenna si sfidano in Serie A. Ora noi continuiamo su questa strada ma pensiamo ad una partita per volta. Dovremo vivere alla giornata, lottando fino alla fine.  Che partita sar? Siamo due squadre che creano tanto. Subiamo dei gol, ma ne facciamo anche tanti. Loro, contro Milan e Roma, sono stati sfortunati. Sarà una partita molto difficile e delicata, abbiamo massimo rispetto ed il Bologna non merita questa classifica. La continuità è importante e credo che in queste prime gare del girone di ritorno l'abbiamo avuta. Noi veniamo da un risultato positivo e quando c'è entusiasmo va incanalato nel modo giusto. In casa non vinciamo da tanto e ci piacerebbe tornare alla vittoria. L'assenza di Luca Toni? Prima o poi sarebbe successo, senza di lui abbiamo fatto pochi risultati, ma c'è sempre la prima volta. Pensiamo a fare una buona gara, chi sostituirà Toni avrà una responsabilità importante. Maietta? Si allena con noi da mercoledì, io andrei cauto. Rivincita? No. Non ho visto l'esperienza di Bologna come un fallimento. Attacco? Rabusic ha già esperienza ed è strutturato fisicamente. Gomez conosce il sistema, mentre Cacia non ha bisogno di presentazioni».

Tutte le notizie di Verona

Approfondimenti

Commenti