Verona, Juric rivela: "L'obiettivo iniziale era una retrocessione dignitosa"

Il tecnico: "Quella era la richiesta: tenere i conti a posto. Lazio? Abbiamo giocato nettamente meglio noi"

Verona, Juric rivela: "L'obiettivo iniziale era una retrocessione dignitosa"© LAPRESSE

VERONA - "Abbiamo preso cinque gol e dispiace per i ragazzi che hanno fatto una grande prestazione, nonostante assenze e difficoltà. Ma gli episodi sono stati devastanti. Sconfitta difficile da spiegare, abbiamo giocato nettamente meglio della Lazio". Ivan Juric, allenatore del Verona, ha parlato così dopo l'incontro con i biancocelesti: "Futuro? Ripartiamo da zero, restiamo con 5-6 giocatori. Gli altri 15 bisogna comprarli o prenderli in prestito. Ripartiamo, ma adesso la società ha una solidità differente rispetto ad un anno fa. Non sarà semplice, ma siamo stati chiari sui giocatori e sul tipo di gruppo che vogliamo. L'ostacolo maggiore sono i soldi, ma il mio progetto è portare il Verona ad essere una società stabile in A, come non lo è stato negli ultimi 10 anni. Se speravo in questi risultati a inizio campionato? Assolutamente no: mi era stata chiesta una retrocessione dignitosa. Non era importante la salvezza, ma tenere i conti a posto. Quello era il punto di partenza. Il merito, grande è dei ragazzi. Hanno dato tutti il massimo, raramente succede nel calcio. Promuovo praticamente tutti, tutti hanno dato il massimo. Anche chi ha giocato meno ha fatto bene quando c'è stato bisogno"

TS League europei

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...