Tuttosport.com

Serie B: poker Spezia, vince il Venezia. Pari tra Lecce e Perugia
© LAPRESSE
0

Serie B: poker Spezia, vince il Venezia. Pari tra Lecce e Perugia

4-0 dei liguri sul malcapitato Cosenza, 1-0 di Zenga sull'Ascoli. Al Via del Mare è 0-0

di Giordano Grassi sabato 8 dicembre 2018

TORINO - Il Lecce strappa un punto al Perugia dopo aver rischiato a più riprese di capitolare (0-0 al Via del Mare), così Liverani scivola a -3 (con una gara in più) dal Palermo, vittorioso alle 12.30 in casa del Padova, e si vede raggiunto dal Pescara al secondo posto della classifica, con gli abruzzesi che hanno sbrigato la pratica Carpi, ieri sera, non senza difficoltà. Sugli altri campi, il Venezia supera l'Ascoli soltanto all'84', mentre il Cosenza crolla dopo due successi consecutivi: pesantissimo il 4-0 inflitto dallo Spezia ai rossoblù calabresi.

LECCE-PERUGIA 0-0
Il tabellino della partita
Allo stadio Via del Mare, va in scena la gara clou di giornata: il Lecce viene da tre vittorie consecutive e punta a tenere il passo di Palermo Pescara, che hanno battuto rispettivamente Padova Carpi, mentre il Perugia è rientrato prepotentemente in corsa dopo il successo, la scorsa settimana, proprio sul Delfino abruzzese. In Salento, lo spettacolo in campo mantiene le aspettative, soprattutto nel corso della ripresa, con un evidente predominio ospite, ma nessuno dei protagonisti in campo trova la giocata da tre punti, così, Liverani Nesta sono costretti a dividersi la posta. Nella prima frazione, il Lecce punta forte sul pressing, gli umbri "respirano" in fase di possesso ricorrendo al palleggio e con Melchiorri sono i primi e, a conti fatti gli unici, a rendersi pericolosi (21'). Dopo il riposo, però, i ritmi cambiano: al 53', Mancosu va a un passo dall'1-0, ma il palo salva un Gabriel ormai battuto: è l'unico squillo giallorosso della partita. Il brivido, infatti, scuote il Perugia che risponde immediatamente (54') con un rovesciamento di fronte micidiale guidato dalla velocità supersonica di Kingsley che semina il panico prima di scaricare su Bordin, col pallone che esce di pochissimo. Il giovane talento nigeriano in prestito dal Bologna si mette in proprio dieci minuti più tardi, con Scavone prodigioso in tackle, poi al 66' e al 67' sono Vigorito Tabanelli a salvare su Melchiorri e Dragomir. Le occasioni umbre fioccano in serie: al 69' Verre, al 71' ancora Melchiorri, ma la porta pugliese è stregata e al 95' il risultato resta inchiodato sullo 0-0.

SPEZIA-COSENZA 4-0
Il tabellino della partita
Lo Spezia riscatta la sconfitta di Ascoli con una gara perfetta, crolla invece il Cosenza dopo due vittorie consecutive. Allo stadio Picco non c'è storia e i padroni di casa mandano un chiaro segnale agli avversari già dopo un minuto scarso, con Augello che finalizza uno schema dalla bandierina. I liguri sfiorano il raddoppio con Okereke (6') e Bartolomei (su punizione, al 27'), le risposte calabresi sono riassumibili nei tentativi di Tutino (di testa, al 15') e Baez (da fuori, al 42'), che ben fanno sperare Braglia, nella ripresa, però, i suoi restano negli spogliatoi, totalmente annichiliti da qualità e intensità spezzina. I padroni di casa, esattamente come nel primo tempo, colpiscono a freddo, con Bartolomei (48') e quattro minuti più tardi chiudono i giochi con Okereke. Al 62' c'è gloria anche per Matteo Ricci, che trasforma il calcio di rigore concesso dall'arbitro Pezzuto per l'atterramento in area dello scatenato nigeriano (steso de Dermaku, ammonito).

VENEZIA-ASCOLI 1-0
Il tabellino della partita
Al Venezia riesce l'aggancio in classifica ai danni dell'Ascoli soltanto nelle battute conclusive, dopo averci provato in tutti i modi ed aver ripetutamente peccato di scarsa concretezza in avanti. L'avvio dei lagunari è convincente, con un atteggiamento aggressivo e Di Mariano Vrioni ispiratissimi, ma trovano sulla propria strada un Lanni in giornata di grazia. Nella ripresa, il motore di Zenga aumenta i giri, ma per la prima occasione degna di nota bisogna attendere il 77' (quattro minuti dopo l'espulsione-lampo di Rosseti), col copione che non cambia: Vrioni ci prova, Lanni appare insuperabile. Quando la partita sembra ormai destinata ad un pareggio a reti bianche, Litteri s'inventa un dribbling a rientrare sul vertice sinistro dell'area di rigore marchigiana e serve in mezzo Citro, la cui girata a rete (84') vale i tre punti.

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA

Serie B Lecce perugia spezia Cosenza Venezia ascoli

Commenti