Spezia, è finale playoff: il 3-1 al Chievo cancella il ko dell'andata

Gli aquilotti aprono subito le danze con Galabinov, ripresa Maggiore e Nzola completano la rimonta a inizio ripresa. Inutile il rigore segnato dal gialloblù Leverbe in pieno recupero

Spezia, è finale playoff: il 3-1 al Chievo cancella il ko dell'andata© LAPRESSE

LA SPEZIA - I tifosi dello Spezia sono in delirio: gli aquilotti di Vincenzo Italiano hanno piegato 3-1 al Picco il Chievo, rimontando la sconfitta dell'andata e approdando quindi in finale playoff.

SPEZIA-CHIEVO 3-1: NUMERI E STATISTICHE

Galabinov, gol istantaneo

Lo Spezia inizia nel modo migliore: tempo due minuti e Galabinov incorna in rete un cross teso di Bartolomei dalla destra. Semper viene totalmente preso in anticipo dal centravanti bianconero. Il pressing dei liguri è altissimo e i clivensi vengono schiacciati nella propria metà campo: Leverbe rischia di combinare un guaio in disimpegno, ma Nzola e compagni non abbastanza cinici. L'importanza della gara è palpabile: Dickmann e Maggiore vengono ammoniti per due interventi ruvidi. Dopo il primo cooling break della gara, Gyasi prova a scappare in centralmente ma Esposito lo contrasta con successo. I gialloblù si fanno vedere nei pressi dell'area spezzina con gli affondi di Vignato e Ceter, ma l'ultima grossa occasione della prima frazione è dello Spezia: Nzola si fa ipnotizzare da Semper.

Maggiore e Nzola mettono in ghiaccio il match

Inizia la ripresa e Aglietti inserisce Garritano per Esposito. La mossa non porta certo fortuna, dato che dopo 5' Maggiore raddoppia per lo Spezia con un tiro angolato su assist di Vitale. Il Chievo è in bambola, e la squadra di Italiano trova l'agognato tris con Nzola, stavolta freddo come il ghiaccio di fronte al portiere gialloblù. Il vantaggio clivense dell'andata crolla quindi in 3 minuti. I veronesi alzano il ritmo, ma nè Garritano nè Rigione si rendono abbastanza pericolosi. Aglietti si gioca la doppia carta Zuelli e Morsay, mentre il tecnico bianconero fa tirare il fiato a un ottimo Maggiore: al suo posto entra Mora. Il Chievo si getta all'assalto: Erlic fa buona guardia su Ceter, poi Dickmann sfiora solo con la testa un buon cross di Renzetti. Vengono assegnati sei minuti infuocati di recupero: passati i primi due, Ongenda tira e colpisce il braccio di Mora. Per l'arbitro e il Var è rigore, che Leverbe realizza e riaprendo la gara, ma il tempo è finito. La prima finalista dei playoff di B è lo Spezia.

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...