Il Parma di Buffon in crisi: Maresca sulla graticola

Il pari col Cosenza acuisce la crisi e le critiche all'allenatore
Il Parma di Buffon in crisi: Maresca sulla graticola© LAPRESSE

PARMA - I numeri del Parma parlano di una crisi: quattordicesimo posto a 4 lunghezze dai play off e 10 dalla capolista Brescia. Il pareggio in casa col Cosenza è l'ultima frenata di una stagione partita col piede sbagliato, dopo le grandi attese, sono arrivati problemi dentro e fuori dal campo. La tifoseria contesta, il clima è rovente, la squadra è in crisi di identità e il progetto tattico di Maresca non ha ancora preso piede. A parte i "senatori" Buffon, Danilo, Schiattarella, Tutino e Vazquez, la squadra fatica a calarsi nella mentalità della Serie B, sentendo probabilmente anche il peso delle attese. Si paga anche un calciomercato che ha portato l'arrivo di tanti giovani stranieri il cui ambientamento richiede tempo e calma: un azzardo che al momento si sta pagando caro. Inevitabilmente la panchina di Maresca scricchiola, la proprietà non dubita di lui, ma la svolta tarda ad arrivare. Per il tecnico potrebbe essere non decisiva la prossima sfida a Como. Il presidente Krause è pronto a fare ulteriori investimenti, anche se i conti sono già esorbitanti: il Parma è la squadra col monte ingaggi più alto: 32,5 milioni più 6,3 milioni di bonus. In Serie B sono cifre stellari che rendono sempre più indecifrabile la crisi. 

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...