Buffon, Ilaria D'Amico svela il futuro: "Giocherà fino a..."

La conduttrice ha dato qualche anticipazione sulla carriera e sulle nuove sfide dell'ex portiere della Juve: "Parlo con i preparatori e dicono che i test di Gigi sono incredibili"

Buffon, Ilaria D'Amico svela il futuro: "Giocherà fino a..."

MILANO Gianluigi Buffon non è cambiato. Parola di Ilaria D’Amico. È rimasto sempre lo stesso: un portiere forte, ancora affidabile, che vuole vincere, che oggi ci vuole riuscire con la maglia del Parma dopo esserci riuscito con quella della Juventus. Una carriera lunghissima, da campione che non è ancora finita e non finirà almeno fino a quando non riuscirà a tornare a giocare in Serie A. «Arrivare a giocare nuovamente nel massimo campionato con il Parma è la sua sfida. E fino a quando non la raggiungerà mi sa che lo vedrete in campo». E Serie A significa poter affrontare anche la Juventus, una squadra che per forza di cose gli è rimasta fortemente nel cuore. Un desiderio di continuare a giocare a calcio talmente forte che conferma anche la sua signora. «Io continuo a parlare con i tecnici, i preparatori e tutti dicono che i test di Gigi, al di là di piccoli infortuni, sono ancora incredibili. Se gli dicessi di fermarsi farei un torto all’atleta. Poi mi diverte vedere la sua passione e sapere che, prima dell’infortunio, sia riuscito a fare ancora una delle migliori stagioni della sua lunghissima carriera. È un piacere vederlo soddisfatto e preso dal campo. Poi il pubblico lo ama infinitamente e lui ricambia. È uno che si sporca le mani, lo ha sempre fatto per la sua squadra…».

Buffon, rientro con papera: che errore in Perugia-Parma!
Guarda la gallery
Buffon, rientro con papera: che errore in Perugia-Parma!

Ilaria D'Amico e quel retroscena su Buffon

E parlando di calcio giocato c’è stato un errore, una giocata con i piedi che non gli è riuscita e gli ha fatto male. L’ex conduttrice di Sky Sport, prossima a passare sulle reti Rai con un programma di informazione, prova a sdrammatizzare: «C’è stata una domenica in cui o si sono messi tutti d’accordo oppure abbiamo visto una nuova puntata di Mai Dire Gol. Non c’entra essere un portiere d’esperienza o no: capita al 25enne come è capitato a Gigi. È la buccia di banana che ti fa cadere e ti fa sentire malissimo quando ti succede». E lui ci è rimasto male: «Era amareggiato. Non poteva essere altrimenti. Ma i campioni si rialzano sempre». Intanto Gigi non si perde una partita. E non solo della Vecchia Signora. «Gigi resta un grande tifoso di calcio. E lo dimostra non solo perché di smettere di giocare non ci pensa proprio. Guarda qualsiasi partita di Serie A e naturalmente di Serie B. In questa sua passione riesce a coinvolgere anche i bambini. Ancor di più con questa sfida scudetto che andrà avanti all’ultimo punto. Lo appassiona…». E peccato che in questa lotta non ci sia anche la Juventus di Massimiliano Allegri.

Juve, Chiellini ai saluti. Da Berlino 2015, che fanno oggi i bianconeri FOTO
Guarda la gallery
Juve, Chiellini ai saluti. Da Berlino 2015, che fanno oggi i bianconeri FOTO

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...